Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

lunedì 10 marzo 2014

"Torment" di Lauren Kate

Titolo: Torment (Fallen #2)
Autrice: Lauren Kate
Edizioni: Rizzoli

TRAMA: quando Daniel apre le ali e si allontana nel cielo, Luce si sente smarrita. Rimarrà in un collegio della California per chissà quanto tempo, a mille miglia da casa, senza di lui. E' questo il dolore più grande: perchè lui è il suo amore da sempre, l'angelo caduto che dà un senso alla sua vita. Luce stenta a capire quello che succede. A lei, a loro, al mondo. Infuria una guerra tra potenze celesti e infernali, ombre minacciose la incalzano. E poi ci sono le insidie del cuore: l'incontro con un ragazzo dolce e incredibilmente normale...

RECENSIONE: eccoci qua al secondo capitolo della saga Fallen di Lauren Kate. Allora, opinione a primo impatto: migliore del primo, ma sempre al di sotto delle mie aspettative. Nel senso che, come avevo detto nella recensione di Fallen,tutto era molto, troppo confuso, tanto che a momenti non si capiva proprio dove si andava a parare. Bene, questa confusione persiste anche in questo capitolo della storia, ma la nebbia si sta lentamente, molto lentamente, fin troppo lentamente, diradando.
Lauren Kate ci porta in un nuovo ambiente, la Shoreline, una scuola molto bella dove praticamente tutti vorremmo andare, dove incontreremo una nuova "categoria" di persone, i Nephilim, nati dall'unione di un angelo e un mortale, che hanno alcune doti degli angeli, e che in questa scuola possono meglio sviluppare.
Qui incontreremo Shelby, la nuova compagna di stanza di Luce, che ha avuto una storia con Daniel (ovviamente questo dettaglio è solo accennato e per niente approfondito...), e Miles, un ragazzo incredibilmente dolce e incredibilmente normale, che si infatuerà di Luce, e che la costringerà indirettamente a porsi delle domande sul suo amore per Daniel.
Luce sarà la solita ragazza che non capisce quasi niente di quello che le accade, che continuerà a porre domande a Daniel senza avere mai una risposta esaustiva, e quando sembrerà arrivare a capire qualcosa, si renderà conto che niente è come sembra. Insomma, un altalenare continuo, e almeno per me, stancante.
Daniel rimane bellissimo e pieno di segreti; all'inizio prometterà a Cam di stare lontano da Luce diciotto giorni (questo è il tempo della tregua), ma alla fine lo ritroveremo quasi tutti i giorni fuori dalla finestra di Luce, come se l'autrice non resistesse all'impulso di farli incontrare...mah...sono rimasta un po' perplessa.
Ogni volta mi sono chiesta a cosa avrebbe portato l'ennesimo incontro, ed ogni volta ho capito che non avrebbe portato a niente più che qualche bacio appassionato, un volo sull'oceano e qualche bisticcio tra innamorati.
Insomma, ripeto, migliore del primo capitolo sicuramente, ma un po' "superficiale" per i miei standard.
Direi che dovendo dare un giudizio ai primi due capitoli direi
e mezzo
perchè comunque è bel scritto, ben tradotto e soprattutto sia Fallen che Torment hanno delle copertine veramente bellissime...
Alla prossima
Alessandra




2 commenti:

  1. Già è una fortuna che sia tradotto per bene ^^ Sinceramente non ho ancora avuto modo di avvicinarmi a questa saga

    RispondiElimina
  2. Mi piacerebbe molto leggerlo, ma ne sento parlare sempre malissimo.. Quindi non so.

    RispondiElimina