Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

martedì 14 novembre 2017

Recensione IN ANTEPRIMA: 'Solo noi nell'universo' di Elle Eloise

Buonasera amiche, sono emozionatissima nel presentarVi questa sera in anteprima il nuovo romanzo di Elle Eloise, Solo noi nell'universo, quarto e ultimo capitolo (autoconclusivo) della bellissima serie How to disappear completely. E allora venite e tuffatevi insieme a me in questa dolcissima storia:



Titolo: Solo noi nell'universo (How to disappear completely #4)
Autrice: Elle Eloise
Edizioni: Delrai Edizioni
Pubblicazione: 15/11 in formato e-book, 25/11 in cartaceo

TRAMA: 

"Bisogna saper guardare anche ciò che non si vede"

Guardare la vita con l’occhio della cinepresa è come trasformare la realtà in una favola. È questa l’intenzione di Samuel quando al corso di Laboratorio di Regia viene assegnato un cortometraggio. Ciò che non si aspetta di trovare è un gruppo affiatato di amici che lo capiscono e condividono con lui la stessa passione per il cinema. Ma è l’amore a sorprenderlo e a trasformarsi in un incredibile imprevisto. Mia è una ragazza timida, chiusa in se stessa, e con una cotta stratosferica per lui. Lei che lo aveva già notato, che vive per il cinema e che soffre di balbuzie. Samuel invece non nota subito la ragazza che gli ha raccolto la penna, ma ne rimane affascinato a poco a poco, perché lei nasconde un universo pieno di stelle tutto da esplorare e riesce a far diventare ogni istante un piccolo momento di perfezione.

RECENSIONE: care amiche, questa sera torniamo nel magico mondo di Elle Eloise e dei suoi fantastici personaggi, abbiamo conosciuto Sara e Isaak, Paolo e Noemi, Francesco e Olivia, e questa volta è il turno di Samuel (fratello di uno dei ragazzi morti nell'incidente in cui era rimasta coinvolta Sara) e Mia. Ancora una volta ci troviamo di fronte a temi pesanti e seri, trattati con estrema delicatezza da questa straordinaria autrice, narrati con POV alternato, che ci fa entrare ancora più nella storia. Questa volt il nostro protagonista, a distanza di anni, si trova ancora a fare i conti con la morte del fratello Max, mentre Mia è una ragazza dal passato 'scolastico' difficile, e un presente complicato dal doversi dividere fra università, lavoro e dei nonni a cui badare.
Entrambi frequentano l'università e si troveranno a condividere dei momenti insieme, conoscendosi meglio e trovandosi sempre più vicini. Non voglio spoilerare niente perché questa è una di quelle storie che va assolutamente letta, che non ci si può lasciar sfuggire. Si perché la penna di Elle Eloise incanta, i suoi racconti si fanno divorare, emozionano e ti fanno sentire un po' protagonista, perché i suoi sono personaggi 'reali', non si narra di ragazzi bellissimi o perfetti, ma si tratta di ragazzi normali che si ritrovano a vivere la vita di tutti i giorni dovendo affrontare difficoltà del tutto reali: genitori separati, tradimenti, abbandoni, la morte di un amico caro o di un parente, amicizie forti, amori che nascono dal dolore, tutte situazioni decisamente quotidiane. 

Quindi che dire, vi consiglio con tutto il cuore di leggere questo libro, e in generale vi consiglio tutta la serie, perché ognuno dei quattro libri (che sono autoconclusivi) lascia davvero qualcosa nel cuore, e se qualcuno mi chiedesse quali dei quattro ho amato di più...beh non so se sarei in grado di rispondere, perché ogni storia ha in sé valori profondi e personaggi stupendi.

Grazie Elle Eloise per questi capolavori, e grazie a Delrai che mi ha dato la possibilità di leggerli e apprezzarli !

Alla prossima
Alessandra 


domenica 12 novembre 2017

"Il Battesimo di sangue" di Natascia Luchetti

Buonasera amiche, e buon fine settimana. Questa sera torno a uno dei miei generi preferiti, torno fra i vampiri (e che vampiri in questo caso!), si perché parliamo proprio del conte Dracula, con un prequel davvero intrigante, Il Battesimo di sangue di Natascia Luchetti



Titolo: Il Battesimo di sangue
Autrice: Natascia Luchetti
Edizioni: Delrai Edizioni

TRAMA: Lui era il Male, lui era la cagione. Ricordava perfettamente il suo nome e il posto che occupava quasi al vertice di questo mondo maledetto: lui era Dracula.

La storia del mostro che ha attraversato i secoli per amore resiste e si rinnova in un tempo immortale. Ogni mito ha il suo inizio ed è sufficiente un solo passo nelle ombre per rimanere prigionieri in eterno della sorte invisa: l’uomo sparisce a favore della bestia. La giustizia punisce coloro che rinnegano Dio, toglie loro l’anima e con questa gioca all’infinito, lasciando che la realtà dei fatti scompaia agli occhi dei mortali. Questa è la vera storia di uno spirito corrotto, ma umano, che parla a nome dell’amore assoluto e della brutalità dell’imperfezione. La rinascita di Dracula prende vita e trasforma la verità in leggenda.

RECENSIONE: prequel del libro Dracula - Love never dies, il racconto Il Battesimo di Sangue ci mostra il percorso attraverso il quale Vlad III è diventato il conte Dracula. E' un libro pieno di dolore, pieno di rabbia, un libro che fa capire perché questo famosissimo personaggio è diventato il mostro assetato di sangue che tutti conoscono. Dopo aver letto i dettagli della sua storia narrata dalla penna di Natascia Luchetti, mi sono posta la domanda su chi davvero fosse il cattivo, perché se è vero che il protagonista è un mostro assetato di sangue e di anime, è anche vero che lui stesso è stato vittima del dolore, della cattiveria umana, gli hanno strappato l'amore della sua vita, e quando un uomo subisce torti e dolori, non può far altro che voltare le spalle al bene e convertirsi al male e all'oscuro.
E' un prequel che sicuramente vale la pena di leggere prima di avventurarsi nella storia vera e propria, e lo consiglio a tutte le amanti del genere fantasy, soprattutto di questo personaggio sul quale tanto è stato scritto e narrato.

Alla prossima
Alessandra

sabato 4 novembre 2017

"Il buio ha il suo odore" - "Il buio ha il suo respiro" di Cinzia La Commare

Buonasera amiche, questa sera vi parlerò di una duologia, e ve ne parlerò in una recensione unica perché li ho letti davvero come se fossero un solo libro, sono rimasta talmente stregata dal primo che il secondo l'ho divorato in una sera e nelle prime ore della mattina successiva. Ecco che allora Vi parlo di questa incantevole storia nata dalla penna di Cinzia La Commare


TITOLO: Il buio ha il suo odore - Il buio ha il suo respiro
AUTRICE: Cinzia La Commare


TRAMA:                                        Il buio ha il suo odore
Alisa è una ragazza disillusa dalla vita, impaurita dalle ombre del passato e poco disposta a fidarsi del prossimo. Approdata tra le montagne della Valle d’Aosta, ha deciso di dedicarsi unicamente al suo lavoro dietro al bancone di un bar, evitando categoricamente qualsiasi individuo di sesso maschile. Fatta eccezione per Daniele, l’unica persona capace di distrarla dall'angoscia che da anni l’attanaglia.
Le sue resistenze però sono destinate a subire un duro colpo, quando Andrea Corti, e i suoi indisponenti occhi blu, si materializzano dal nulla dall'altra parte del bancone. Un uomo assolutamente deciso a non voler demordere, e per nulla spaventato dall'apparente corazza impenetrabile che Alisa ha costruito a fatica nel tempo. Andrea farà di tutto per dimostrare ad Alisa che quella freddezza è solo apparenza, che il desiderio che lui sente per lei non è affatto a senso unico, e per farlo, si avvarrà delle più astute strategie di seduzione.
Alisa cederà al fascino indiscusso di Andrea, o il passato che nasconde finirà per mettersi di mezzo ancora una volta?

Una storia di intrecci, inganni e segreti. Un passato burrascoso da celare e quella bruciante passione difficile da tenere a freno.


                                                        Il buio ha il suo respiro
Decidere di andare via non è stato facile per Andrea, ma la situazione con Alisa gli era sfuggita di mano come era già accaduto in precedenza nella sua vita tutt’altro che normale.
Tornato a Milano, nel suo impersonale ufficio ai piani più alti di un grattacielo, cercherà di dimenticare la donna di cui si è innamorato così come avrebbe già dovuto fare. Non avrebbe dovuto innamorarsene!
Ma l’attrazione e i sentimenti che prova per Alisa continuano a dominarlo al punto che pur di non perderla è disposto a rivelarle ogni cosa.
Ancora una volta saranno costretti a dover fare i conti con un passato che torna a frapporsi tra loro e Alisa, logorata dalla rabbia e dalla forte attrazione che continua a spingerla verso Andrea, si ritroverà a dover prendere una decisione, forse la più importante della sua vita.

RECENSIONE: allora care amiche, siamo alle prese con due libri che racchiudono una sola storia narrata da due punti di vista diversi, una storia fondamentalmente triste, una storia che mi ha emozionato tantissimo. I due personaggi vengono messi davvero a nudo dalla penna di questa autrice che ha davvero sviscerato queste due anime tormentate.
Alisa ha vissuto l'inferno, tradita da un amico di infanzia è stata gettata in una vita che non le apparteneva, e adesso con fatica sta cercando di venire fuori dai suoi demoni, dalla sua disillusione, dalla sfiducia che ha negli esseri umani, soprattutto di sesso maschile, dalle sue paure e dai suoi continui attacchi di panico.
Andrea cela un passato se vogliamo per certi aspetti analogo a quello di Alisa, un passato senza amore, dettato solo dal denaro e dalle pulsioni sessuali, che non lo portano certo a essere una persona felice, anzi. Un rapporto estremamente conflittuale con il padre che non apprezza praticamente niente del figlio lo porta a condurre una vita ai limiti dell'accettabile.
Ma le loro vite cambieranno nel momento esatto in cui si incontreranno...ma per arrivare a un cambiamento completo entrambi dovranno mettersi a nudo di fronte all'altro, dovranno raggiungere la consapevolezza che soltanto la verità può aiutarsi a uscire dalla strada senza uscita che entrambi stanno percorrendo.
Ma per ogni passo avanti sembrano farne due indietro, perché conquistare la fiducia di Alisa è una missione davvero difficile, così come per Andrea lasciarsi andare a quei sentimenti che si stanno facendo strada nel suo cuore.
Sono rimasta davvero stregata da entrambi i protagonisti, sia perché credo che storie come quella di Alisa ce ne siano tante, troppe anche nella realtà, e raramente a lieto fine come la sua. Ma soprattutto ho apprezzato davvero l'evoluzione di questi due ragazzi, spesso uno dei difetti che rilevo nei libri è che i personaggi sono 'statici', mentre la vita gli scorre addosso.
Nel loro caso i cambiamenti dalle prime pagine alle ultime sono radicali, e l'autrice racconta ogni momento delle loro storie e dei loro dolori con delicatezza, come se entrasse in punta di piedi nelle loro vite per poi raccontarcele.
Quindi consiglio questa storia (entrambi i libri) a chi vuole leggere qualcosa di doloroso ma che allo stesso evolve in qualcosa di passionale e romantico (non direi tenero perché in effetti né Alisa né Andrea lo sono). Non mancano le scene di sesso (anche piuttosto esplicito), ma si integrano nella narrazione senza sembrare 'di troppo'.

Quindi care amiche vi auguro buon week end con una bella tazza di the fumante e una bella coperta, e il primo di questi due libri...non ve ne pentirete !

Alla prossima
Alessandra



lunedì 30 ottobre 2017

"Troppo giovane per me" di Eveline Durand

Buonasera amiche, questa sera Vi porto a conoscere una wedding planner e un pasticcere molto particolari, due personaggi che mi sono piaciuti tantissimo, Grace e Dominique, ma venite con me a conoscerli meglio:

Titolo: Troppo giovane per me (Too much Series)
Autrice: Eveline Durand
Edizioni: Delrai

TRAMA: «Shh.» Mi mette a tacere appoggiando l'indice sulle mie labbra. Lo sento afferrarmi per un fianco con l'altra mano, in un gesto intimo e possessivo.
Le mani di un uomo sono davvero tutte così? Grandi, calde e forti? Il suo palmo si stringe sul mio punto vita e mi fa sentire in trappola, minuscola.
Non so se sono pronta ad averlo così vicino, ma lo voglio da star male. La distanza tra i nostri corpi si è ridotta a pochi centimetri e il suo dito indugia sul mio labbro. Lo accarezza con pigrizia, sembra sondare la mia reazione, quasi chiedendo tacitamente il permesso di avvicinarsi di più.


Grace Finelli è la regina delle wedding planner di Palm Springs. Trentaquattro anni, divorziata e donna in carriera, è un tipo deciso e indipendente. Quando crede ormai di non potersi più sentire coinvolta da un uomo, si trova spiazzata dalla sua attrazione profonda per Dominic Keller, affascinante pasticcere del servizio di catering. Gli occhi azzurri, le labbra morbide, il talento, la brillante intelligenza, tutto di lui affascina Grace, che inizia ad avere una vera e propria ossessione per il sottoposto, pur consapevole di non potersi prendere una sbandata per un collaboratore. Ma non è il lavoro a preoccuparla maggiormente, quanto la giovane età del ragazzo, che ha ventitré anni. E come trovare il coraggio di dire alla sua migliore amica Brenda che il suo adorato figlio ha una relazione con lei? Grace non può lasciarsi andare, eppure Nick continua a turbarla e a volerla nella sua vita.

Dalla penna frizzante di Eveline Durand, Troppo giovane per me, il secondo romanzo della serie Too Much, che colpisce per la dolcezza, la leggerezza, ma anche per la profondità di un sentimento come l’amore. All’attrazione non si può sfuggire, tutti lo sanno.

RECENSIONE: tutti sanno che l'organizzazione dei matrimoni coinvolge tante persone e tanti mondi diversi, qui siamo di fronte a una affermata wedding planner, Grace,  che collabora con diversi professionisti del settore tra i quali un pasticcere giovane e competente, Dominique. 
Questi sono i protagonisti della frizzante storia nata dalla penna di Eveline Durand, una storia accattivante, originale, che ci pone davanti a un problema che una volta nella vita abbiamo dovuto affrontare tutti: è prudente lasciarsi andare ai sentimenti consapevoli del fatto che questa decisione porterà inevitabilmente a dei problemi, o è meglio i problemi evitarli del tutto ?
Grace è vittima di un vero e proprio colpo di fulmine per Dominique, un pasticcere che è indirettamente un suo sottoposto nonché il figlio della sua migliore amica Brenda, e come se questo non bastasse, ha undici anni meno di lei.
Ma i due non riusciranno a resistere ai loro buoni propositi, e quindi anche un semplice incontro per assaggiare una torta diventa un'occasione per stuzzicarsi e mettere alla prova la loro attrazione. 
E così si sviluppa la storia, tra una crema chantilly con le gocce di cioccolato e un'artistica torta nuziale
I due personaggi sono descritti in modo sublime dall'autrice, Grace bella e determinata a non invischiarsi più in storie con uomini improbabili, lui affermato e professionale nonostante la giovane età, dolce, passionale e anche un pizzico spregiudicato. Entrambi dovranno superare le loro paure e mettere a rischio qualcosa di sé, ma ne varrà la pena ?
Vi consiglio davvero questa storia, l'autrice è bravissima a far venire fuori le personalità dei protagonisti e di coloro che le circondano, e la storia scorre benissimo.
Un ringraziamento particolare devo farlo a Delrai che mi ha permesso di leggere questa accattivante storia e conoscere questa bravissima autrice.
Alla prossima
Alessandra




sabato 28 ottobre 2017

"Chasing Love: Il gioco degli errori"di Antonella Maggio

Buonasera amiche, e buon sabato a tutte. Questa sera torniamo un po' nella vita di Mike e Gwen, ve li ricordate ?  Li abbiamo conosciuti in Black Jack, e adesso andiamo a sbirciare un altro po' nelle loro vite, e vi garantisco che non mancheranno i colpi di scena. Se non avete letto il primo libro ovviamente ve lo consiglio vivamente, intanto potete cliccare QUI se volete farvi un'idea e leggere la trama:


Titolo: Chasing Love. Il gioco degli errori
Autrice: Antonella Maggio

TRAMA: Gli errori insegnano ad amare…
Michael Bradley, lontano dal suo passato turbolento e pericoloso, fa i conti con i sentimenti che prova, per la prima volta in assoluto, per una sola donna. Gwendoline Torricelli gli ha incasinato la vita quattro anni prima, quando era solo la sorellina appena maggiorenne del suo migliore amico, lo stesso che gli copriva le spalle mentre, entrambi, erano agenti di Polizia sotto copertura.
Oggi, pure lei lontana dal dipartimento del crimine organizzato di New York, è alle prese con un'esistenza normale ma non mancano i suoi numerosi colpi di testa. Non manca nemmeno l'istinto materno che si risveglia prepotente minando il suo rapporto con Mike.
Le tentazioni e la passione sono nate per corrompere l'animo umano, i litigi portano alla vendetta e alle fughe improvvise, la gelosia è difficile da reprimere e le regole si lasciano infrangere piuttosto facilmente quando di mezzo ci sono i sentimenti o i ritorni pericolosi dal passato.

Ciò che muore non può più tornare in vita ma l’amore torna indietro se lo lasci libero. Talvolta, però, è necessario inseguire chi amiamo.

RECENSIONE:  eccoci di nuovo nella vita del bel 'ex agente' Michael Bradley e della sua capricciosa compagna, e in effetti nessuno dei due è cambiato davvero da quando li abbiamo lasciati. Anche se nessuno dei due è più in polizia, nessuno dei due ne è davvero fuori. Lui è diventato iperprotettivo e geloso come non mai, terrorizzato dal pensiero che qualcosa accada a Gwen, lei invece non riesce a rassegnarsi davvero a una vita normale, è afflitta da mille paranoie e fa un colpo di testa dietro l'altro, un errore dietro l'altro e ogni volta si rifugia tra le braccia di Michael che la perdona sempre, perché la ama come nessun altro.
Nel libro non mancheranno di certo i colpi di scena, dei quali non voglio accennarvi niente, ma conosceremo meglio anche Olly, l'amica di Gwen, e i suoi dialoghi con Michael sono spassosissimi, la ragazza è davvero divertente e brillante e spero davvero presto di leggere la sua storia, non vedo davvero l'ora.

Lo stile della storia è frizzante, non ci si annoia, i colpi di scena si susseguono narrati senza intoppi, la trama è chiarissima, e le scene bollenti sono...beh sono wow... Ma diciamocelo, chi non vorrebbe essere accolto a casa la sera da un tipo come Bradley ? Forse un po' troppo geloso, ma è davvero passione allo stato puro.

Che dire ? Concludo con il consigliarvi vivamente questo libro perché è davvero coinvolgente (ovviamente vi suggerisco di leggere prima Black Jack,  così conoscerete davvero questi due personaggi ai quali vi affezionerete davvero tanto), e adesso aspettiamo la storia di quella pazza di Olly...sperando di riuscire attraverso i suoi occhi a sbirciare un altro po' nella vita di Gwen e Mike.

Alla prossima
Alessandra



lunedì 16 ottobre 2017

"Nick" di A.S. Kelly

Buon pomeriggio amiche, oggi vi presento un altro bellissimo bookboy di quelli da togliere il fiato, di quelli che vorremmo incontrare per strada...ma che state serene che non si trovano, oggi torniamo a vivere la vita dei fratelli O' Connor e conosciamo meglio Nick


Titolo: Nick (O' Connor Brothers #3)
Autrice: A.S. Kelly

TRAMA: Non mi sono mai piaciute le bugie. Sono una persona schietta, dico quello che penso senza alcun filtro e senza preoccuparmi delle conseguenze.
E per questo sono sempre stato considerato un idiota, uno che pensa solo a divertirsi e che non ha alcun problema.
Uno che non si preoccupa del futuro.
Ho fatto le mie scelte.
Ho scelto me e ho lasciato tutti indietro.
Ma cosa succede se il karma decide di giocare con la tua vita?
Se ti ritrovassi davanti agli occhi l’unica persona capace di far tremare le tue mura?
La sola donna in grado di guardare oltre la facciata e vedere Nick O’Connor per quello che è realmente.
Una enorme e ingombrante bugia.
Avrebbe senso continuare a mentire? E soprattutto, riuscirei a essere per la prima volta in vita mia solo Nick?
Un gioco pericoloso, una partita da giocare.
L’ultima. La mia.
Sono Nick O’Connor e sto per mettermi in gioco: sto per affrontare la partita della mia vita, ma sarò capace di battermi fino al fischio finale o mollerò, come sono abituato a fare?
Perché sono sicuro che questa sfida la perderò.
La perderemo entrambi.
Perché lei merita tutto.
Ed io non ho niente da dare.

RECENSIONE: amiche care, eccoci a un altro gran bel ragazzone della famiglia O'Connor, come ho scritto in apertura, parliamo di Nick, il grande della famiglia, quello in apparenza più sorridente e scanzonato, quello che ha tradito il fratello Ryan, quello che non fa che combinare casini. E vi devo dire che dei tre fratelli questo è in assoluto quello che mi ha affascinato di più, e dei tre libri quello che mi è piaciuto più di tutti. Il filo conduttore continua ad essere legato alle vicende della famiglia O'Connor, ma questa volta ci focalizziamo sul maggiore dei tre fratelli, quello che ha abbandonato la carriera sportiva per fare il modello, quello che non riesce a mettere radici, ma che gira il mondo seguendo gli ingaggi del suo lavoro. Ma stavolta veniamo a conoscere la vera storia di Nick O' Connor, ed è davvero una storia emozionante. Non voglio anticipare niente, ma mi sono emozionata tantissimo nel conoscere meglio quest'uomo che ha davvero un passato serio...e nel suo passato c'è anche Casey Madigan, una ragazza dolce e perdutamente innnamorata da sempre di lui. Ma come per gli altri fratelli, amare un O' Connor significa rischiare, significa mettersi in gioco senza sapere se il cuore rimarrà indenne o se verrà spezzato.
Per coloro che hanno amato gli altri due libri consiglio vivamente questo perché personalmente lo trovo davvero il più intrigante, il più profondo, mentre per quanto riguarda le scene bollenti, beh, direi che per quelle non è davvero da meno degli altri.
Spero di leggere presto di altri personaggi che gravitano intorno agli O'Connor, primo tra tutti Evan, un ragazzino che secondo me potrebbe far girare la testa sia per il suo humor, sia perché crescendo in mezzo agli O' Connor ha davvero buone possibilità di diventare un po' come loro.

Alla prossima
Alessandra



domenica 8 ottobre 2017

"Gli occhi della Gioconda. Il genio di Leonardo raccontato da Monna Lisa " di Alberto Angela

Ciao amiche lettrici, oggi voglio inaugurare un angolo più culturale, non che tutto quello che recensisco non lo sia, ma questo sicuramente lo è in modo particolare, sia per l'autore che per il tema trattato. Oggi vi racconto come Alberto Angela mi abbia accompagnato in questo viaggio per conoscere la Gioconda
Titolo: Gli occhi della Gioconda. Il genio di Leonardo raccontato da Monna Lisa
Autore: Alberto Angela
Edizioni: Rizzoli

TRAMA: Un capolavoro assoluto come la Gioconda non è solo un quadro da ammirare affascinati dagli occhi che sembrano vivi e dalla magia del sorriso. In realtà è un viaggio nella mente e nelle emozioni di Leonardo. È una porta che si spalanca su un luogo e su un'epoca indimenticabili: Firenze (ma anche Milano, Roma, Mantova, Urbino) e il Rinascimento. Già dall'Ottocento e fino a oggi, è stato detto e scritto moltissimo su Leonardo e su Monna Lisa, un artista e un ritratto su cui si ha sempre l'impressione di non sapere abbastanza. Per andare a conoscere entrambi e svelarne l'eterno fascino, Alberto Angela ha scelto una chiave completamente nuova: lascia che sia la Gioconda a "raccontarci" Leonardo, il genio che l'ha potuta pensare e realizzare. Partendo da ogni dettaglio del quadro e ricostruendo le circostanze in cui Leonardo lo dipinse, scopriamo così che il volto della Gioconda, levigatissimo dallo sfumato, non ha ciglia né sopracciglia (un dettaglio importante nella storia narrata in queste pagine). O che il suo vestito ha molto da dirci sulla moda del tempo, ma anche sulle abitudini e sull'economia della Firenze di inizio Cinquecento. O, ancora, che le sue mani non sarebbero state possibili senza approfonditi e sorprendenti studi di anatomia. O che il segreto del paesaggio va ricercato nel nuovo tipo di prospettiva "aerea", ideato da Leonardo. La Gioconda può raccontarci queste e molte altre cose sul suo autore, dalle incredibili macchine e invenzioni (un palombaro, un paracadute, un robot!) ai rapporti con i potenti quali Ludovico il Moro e il re di Francia Francesco I. Ma che cosa sappiamo di lei? Chi è davvero questa donna misteriosa? Sulla sua identità sono state fatte diverse ipotesi, alcune delle quali aprono retroscena appassionanti nelle città e nelle corti dell’epoca. Con le sue doti indiscusse di divulgatore, Alberto Angela ci accompagna a scoprirli, entrando nella vita di Leonardo, mostrandone il genio e il volto umano, l’incontenibile creatività e le relazioni. Svelandoci un Leonardo dalla personalità unica, fondamentale nella cultura del mondo e di tutti i tempi.

RECENSIONE: una lettura sicuramente molto diversa dai soliti romanzi, ma un po' di cultura 'seria' a volte non fa male, soprattutto quando a narrarla è Alberto Angela. Si infatti io guardavo il padre quando ero piccola, ma il figlio è decisamente un gradino sopra, simpatico e piacevole a vedersi in tv (chi non si è lasciato incantare dal suo speciale su Venezia notturna ?), ma decisamente affascinante quando scrive. Ho letto diversi libri anche in passato, e la mia opinione non cambia neanche in questo caso. Partendo dal presupposto che io in controtendenza dico che la Gioconda non mi ha mai trasmesso tutto questo fascino (e l'ho vista anche da vicino al Louvre rimanendo tremendamente delusa dalle dimensioni), devo ammettere che questo libro se non altro mi ha fatto vedere questo dipinto da un punto di vista diverso. Alberto Angela ci racconta il mondo di Leonardo, come uomo, come artista, come scienziato, e di tutti coloro che lo circondavano. Unica nota negativa, diversi rimandi alle opere hanno la pagina sbagliata, magari una revisione in più non sarebbe stata male.
Detto questo, vi consiglio questa lettura, soprattutto a chi vuole una conoscenza sulla Firenze del Cinquecento. 

Alla prossima,
Alessandra