Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

sabato 3 gennaio 2015

"In gioco per te" di Sylvia Day

Buonasera amiche, ecco la prima recensione dell'anno. Ci ho messo un po' a leggere questo libro, e anche a formulare un'opinione. Adesso vi racconto che cosa penso di In gioco per te di Sylvia Day, quarto capitolo della serie Crossfire

In gioco per te 
Titolo: In gioco per te (The Crossfire Series, Captivated by you #4)
Autrice: Sylvia Day
Edizioni: Mondadori
TRAMA: Gideon mi dice che sono il suo angelo, ma è lui a essere il vero miracolo nella mia vita. Il mio meraviglioso guerriero ferito, tanto determinato a sconfiggere i demoni del mio passato quanto deciso a non affrontare i suoi. Le promesse che ci siamo scambiati avrebbero dovuto legarci più di carne e sangue, invece hanno aperto vecchie ferite, ci hanno esposto al dolore e all'insicurezza e hanno permesso ai nostri acerrimi nemici di venire allo scoperto. Sento che Gideon mi sta sfuggendo, la mia più grande paura sta diventando realtà, il mio amore è messo alla prova in un modo che non sono sicura di riuscire a sopportare. Nel momento più luminoso della nostra storia, l'oscurità del suo passato ha invaso e compromesso tutto ciò per cui avevamo combattuto. Ci troviamo di fronte a una scelta terribile: la sicurezza delle vite che avevamo prima di conoscerci o la lotta per un futuro che improvvisamente sembra un sogno impossibile e senza speranza...

RECENSIONE:  allora, intanto vorrei dire per iniziare che tra i personaggi dei romanzi erotici che ho letto Gideon e Eva sono al secondo posto tra quelli che preferisco, quindi la mia recensione parte in un certo senso avvantaggiata.
Ma questa serie era nata come Crossfire Trilogy, mentre questo è il quarto libro, e ce ne sarà a breve un altro, One with You, che deve ancora uscire. Allora, fondamentalmente credo che dovesse rimanere una trilogia, con una modifica nella trama del terzo libro, semplicemente perchè una storia erotica di cinque volumi (sperando che non diventino sei!) onestamente non ha molto senso.
Sylvia Day, che io amo come scrittrice, ha allungato il brodo, come si dice da queste parti, creando un quarto volume dove fondamentalmente non succede niente, ci sono dei nodi che si sciolgono, ma che potevano essere sciolti benissimo nel corso del terzo volume, mettendo un bel punto e stop alla storia di Eva e Gideon.
Detto questo, passo a valutare questo volume; la trama come ho accennato, è inconsistente, a tratti tremendamente noiosa, le scene hot ci sono e in abbondanza, a volte dolci, a volte meno. Ma come tutti i libri ha anche delle cose che ho apprezzato molto. Gideon è un uomo molto complicato, pieno di dolore, di sofferenza, di odio e di paura, paura di perdere la donna che ama, e la sua confessione al terapista mi ha onestamente commossa, perchè mi sono immedesimata nel suo dolore. Molto emozionante anche la scena in cui colto dalla rabbia cerca di allontanare Eva perchè sa che le potrebbe fare male. La parte che ho amato di più ? La telefonata alla fine del libro.
Insomma, c'è del buono, e credo che leggerò anche il quinto libro perchè ormai sono affezionata ai personaggi, ma per chi è arrivato al terzo potrebbe serenamente fermarsi li, a meno che non sia proprio tanto innamorato di questi due personaggi.
Alla prossima
Alessandra

Nessun commento:

Posta un commento