Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

martedì 17 febbraio 2015

"L'importanza di chiamarsi Cristian Grei" di Chiara Parenti

Buongiorno amiche come va ? Oggi vi voglio parlare di un libro fresco fresco, anzi freschissimo direi, appena uscito e che io ho divorato in pochissime ore. Oggi vi presento il nuovo libro di Chiara Parenti, un titolo intrigante...due personaggi spassosissimi, oggi a LettereInLibertà parliamo di L'importanza di chiamarsi Cristian Grei.

 
Titolo: L'importanza di chiamarsi Cristian Grei
Autrice: Chiara Parenti
Edizioni: Rizzoli Collana YouFeel

TRAMA:                       L’ amore è un gioco. Ti va di giocare con me?
Cristian Grei ha trentadue anni e una sola, acerrima nemica: E. L. James, che con le sue 50 Sfumature gli ha rovinato la vita. Tutte le donne, infatti, appena sentono il suo nome, vedono in lui un dominatore in 3D e l'incarnazione delle più proibite fantasie erotiche. Ma se  vivi a Prato,  fai il becchino nell’agenzia di onoranze funebri di famiglia e sei ipocondriaco, avere il nome "uguale" a quello del più grande amatore di tutti i tempi, che si sposta in elicottero ed è a capo di un’azienda leader mondiale,può creare una costante e fastidiosissima ansia da prestazione.
Solo Antonella, l'amica di sempre,  è in grado di divertirsi giocando con lui e tenere a bada le sue mille ansie, ma soprattuto è disposta ad amarlo per quello che è realmente.
Cristian Grei riuscirà finalmente a capire che è lei la donna giusta? E soprattutto sarà “pronto a riceverla”?


RECENSIONE: un romanzo che ancora una volta riconferma la bravura e la genialità letteraria di Chiara Parenti. In questa storia incontriamo due personaggi spassosissimi, un ragazzo che lavora nell'agenzia di pompe funebri di famiglia, che si trova sempre al centro di scene imbarazzanti solo per il fatto di chiamarsi Cristian Grei, si proprio così...soltanto che dell'originale dominatore della James il nostro becchino toscano ha ben poco: è ipocondriaco, non vola...e il suo Charlie Tango è il carro funebre aziendale, e in amore è esattamente l'opposto di Christian Grey. Ma nella vita di Cristian c'è una costante, Antonella Stasi, l'amica di sempre, quella che passa ore a giocare con lui, quella che gli salva la vita ogni volta che lui si sente morire, quella che lo costringerà a crescere...
Le risate di sprecano, Cristian in realtà non ha proprio niente a che vedere con lo strafigo stramilionario della James
"Perchè io sto all'originale Christian Grey come una mangusta gialla
sta al Re Leone"
e in effetti la sua osservazione non potrebbe essere più azzeccata. E la sua stanza dei giochi ? Si perchè anche il nostro Cristian ne possiede una...ma non voglio svelare troppo di questa spassosissima storia magistralmente diretta da Chiara Parenti, che ha saputo cogliere e ribaltare completamente i punti forti dell'originale in una storia che fa sorridere dall'inizio alla fine.
E come negli altri libri, anche qui la storia è costellata da perle di saggezza, una fra tutte di cui mi sono personalmente innamorata:

"In chirurgia la guarigione comincia da un taglio netto.
Nella vita è lo stesso. Se qualcosa ti fa stare male, 
devi tagliarla via con un colpo secco, senza mezze misure.
Se non porti via il male, il male si porterà via te." 

E tra giochi, risate e personaggi che incontriamo nel corso della storia (vedi una tale Bo che vi farà ridere parecchio !) i due personaggi giungeranno al capolinea...un capolinea di cui io però non vi svelerò niente, sappiate solo che è un romanzo assolutamente da leggere!!!!

Quindi ancora un grazie a Chiara Parenti sia per i sorrisi che ci ha regalato con questa storia sia per averci presentato in modo così 'scanzonato' un personaggio così sfruttato...e chissà se voi lettrici preferireste incontrare lo strafigo stramilionario Christian o il dolcissimo e imbranatissimo Cristian ???!!!!

Alla prossima
Alessandra

2 commenti:

  1. Awww che carino! Mi viene proprio voglia di leggerlo... dici che si può gradire anche senza sapere proprio niente della trama dell'originale? Perchè a volte queste "parodie" si godono solo quando conosci bene i romanzi da cui sono tratte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo...ti basta sapere che l' originale era un dominatore, bello e ricco, e il suo elicottero si chiamava Charlie Tango.... Non ti serve altro!!! Buona lettura...

      Elimina