Lo stralcio del mese

LettereInLiberta...recensioni in anteprima, segnalazioni, revisioni di romanzi inediti...contattatemi per collaborare con il mio blog !

sabato 21 marzo 2015

Dal libro al film: 50 Sfumature di Grigio

Care amiche buonasera. Questa sera voglio anche io dare la mia opinione sul film più chiacchierato del mese, tratto dal libro omonimo...ne hanno parlato in tanti e vorrei dire anche io la mia. Stasera vi lascio la mia opinione sulla trasposizione cinematografica di 50 Sfumature di Grigio

Risultati immagini per 50 sfumature di grigio   Risultati immagini per 50 sfumature di grigio 

Premetto che sono andata al cinema mossa da una feroce curiosità di vedere come era stato fatto l'adattamento, perchè onestamente non ero particolarmente arrirata né dal trailer né dagli attori.
Devo ammettere che, a questo proposito, quando sono uscita avevo cambiato leggermente idea su Jamie Dornan, che ho trovato all'altezza di interpretare Christian Grey, nes senso che il suo sguardo impassibile, la sua postura di classe...direi che ci ho rivisto abbastanza il personaggio della James.
Non posso dire altrettanto su Dakota Johnson che non mi è piaciuta per niente nei panni di Anastasia Steele, non perchè abbia fatto qualcosa di particolarmente sbagliato, ma solo perchè non l'ho vista nel personaggio. E visto che siamo in tema di personaggi, Kate è stata completamente reinterpretata, nel senso che nel libro è un personaggio decisamente più pressante e soffocante rispetto a quello portato sul grande schermo, ma essendo di importanza secondaria direi che non è grave.
Nel complesso direi che l'adattamento mi è piaciuto, non era facile rendere tutta la parte psicologica che sta dietro al primo libro di questa trilogia, ma la regia non è stata poi tanto male. Le scene di sesso sono bollenti, ma ai limiti ovviamente del sopportabile, ci sono scene di nudo non peggiori dei film che talvolta passano in televisione senza che nessuno controlli chi le sta guardando in quel momento.
Insomma, tutto sommato direi che per chi ha letto il libro non ci sono differenze di sostanza, certo, perchè qualche differenza c'è, e credo che quella che mi ha colpito di più è il non aver marcato troppo che per Christian essere toccato è un limite assoluto, cosa che nel film è appena accennata, ma che in realtà nella trilogia è una problematica centrale soprattutto per quanto riguarda il lato psicologico della protagonista che cerca continuamente questo tipo di contatto.
Detto questo direi che è stata una visione soddisfacente, non mi ha lasciato né delusa né entusiasta, nel senso che il libro è quello, la storia è quella, e il film è esattamente quello. Migliore o peggiore del libro ?
Io continuo a preferire il libro, semplicemente perchè il grande schermo non riuscirà mai a rendere la parte introspettiva dei personaggi come la penna di un autore (benché la James non sia proprio un genio della scrittura a mio avviso), ma ho voluto rileggere il libro dopo aver visto la pellicola, e devo dire che tutto sommato, alla luce di altre trasposizioni, poteva anche andare peggio.




Alla prossima
Alessandra

Nessun commento:

Posta un commento