Lo stralcio del mese

LettereInLiberta...recensioni in anteprima, segnalazioni, revisioni di romanzi inediti...contattatemi per collaborare con il mio blog !

lunedì 23 aprile 2018

"Scegli me" di Valentina Ferraro

Ciao amiche, questa sera vi voglio parlare di una storia bellissima che pur essendo indirizzata a un pubblico forse più giovane di me, mi ha coinvolto tantissimo, vi voglio raccontare di Caterina e Ben...venite con me nella bellissima storia nata dalla penna di Valentina Ferraro


Titolo: Scegli me (Matching Scars #1)
Autrice: Valentina Ferraro
Edizioni:  Les Flaneurs Edizioni

TRAMA: Caterina fa parte della Roma "bene": guida una macchina da snob, frequenta l'università privata più prestigiosa della sua città, il suo ragazzo è un nobile ed è circondata da una realtà frivola che le calza a pennello. O almeno è quello che ha sempre pensato, finchè il padre non la convince a trasferirsi a Orlando per frequentare il secondo anno di università alla UCF dove sarà costretta a fare i conti con la sua vera natura. La sua vita verrà stravolta in meno di 24 ore senza che abbia nemmeno il tempo di smaltire il jat lag. Le basterà posare gli occhio sul bel vicino di casa per rimettere in discussione la sua vita troppo perfetta e già programmata. "Lui è proprio il tipo di ragazzo dal quale devi stare alla larga", l'ammonisce suo padre non appena scendono dal taxi. Già, perché Benjamin Carter ha tutta l'aria del ragazzaccio che fa fare cose stupide alle ragazze intelligenti.
Tutti credono che sia abituato a ottenere quello che vuole: le donne gli cadono letteralmente ai piedi, è il miglior studente del suo corso, ha fondato e canta in un gruppo rock che sta diventando sempre più popolare a Orlando. Cosa potrebbe mai volere di più dalla vita? Eppure manca qualcosa. Manca qualcuno capace di fargli accettare che nella vita non è sempre per forza o tutto bianco o tutto nero, che gli tenga testa, che faccia cadere la maschera dietro la quale si nasconde da tutta la vita, perché è più facile così. E, a quanto pare, quel qualcuno ha due occhi gialli da gatta selvatica e un accento sexy da perdere la testa. Riuscirà a mettere da parte il suo carattere irruente per conquistare la bella straniera che lo tiene a debita distanza e che sembra essere caduta dal cielo proprio nel momento in cui aveva più bisogno di lei ?

RECENSIONE: care lettrici, questo romanzo ci offre l'imbarazzo della scelta, si perché se rimarrete affascinate dai muscoli e dalla dolcezza tenebrosa di Ben, vi garantisco che nemmeno l'estroverso e sfacciato fratello Mark sarà da meno. Ci troviamo dentro un racconto divertente e fresco, dove l'allegria dei personaggi si mischia a una storia d'amore dolce e travagliata allo stesso tempo.
Ben è introverso, protettivo e rimane subito colpito da Cat, che lo tiene a distanza proprio perché ne è follemente attratta. Per i due ragazzi non sarà certo una passeggiata instaurare un rapporto civile, entrambi hanno davvero un pessimo carattere, e oltre a questo Cat ha un fidanzato pressoché perfetto (e per i miei gusti assolutamente insopportabile!!).
L'autrice è stata bravissima a sviluppare i personaggi, e la cose che mi hanno fatto assolutamente innamorare di più di questo libro sono la scelta musicale fatta dall'autrice, e l'aver inserito un personaggio secondario assolutamente favoloso. Mark è davvero simpatico, divertente ed è secondo me uno dei punti di forza di questo libro, proprio come la voce di Benjamin quando canta, voce che non conosciamo, ma che è descritta talmente bene che sembra trapelare dalle pagine del libro.
Non mi è piaciuto gran che il personaggio femminile, Cat è troppo indecisa, sostanzialmente scorretta nei confronti del fidanzato e anche di Be, troppo altalenante e non le va mai bene niente, insomma, decisamente troppo snob, anche se verso il finale del libro qualcosa di più maturo del suo carattere viene fuori.
Questo è il primo di una serie di tre libri (onestamente il finale di questo mi sembrava più che soddisfacente), vedremo che cosa ci riserveranno gli altri, per il momento direi davvero che il libro merita anche se, come ho detto prima, probabilmente è rivolto a un pubblico più giovane di me (ma io sono una inguaribile romantica innamorata dell'amore, quindi...), lo stile è fresco, frizzante, e troviamo un buon mix di dolcezza e scene bollenti...insomma, gli ingredienti ci sono proprio tutti.

Alla prossima
Alessandra



Nessun commento:

Posta un commento