Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

giovedì 27 febbraio 2014

"Losing Hope" di Colleen Hoover


Titolo: Losing Hope (Hopeless #2)
Autrice: Colleen Hoover
Edizione: Inedito in Italia

TRAMA: Talvolta nella vita per andare avanti bisogna affrontare il passato...
Abbiamo già letto la storia di Sky che re-incontra un vecchio amico di infanzia perduto, Dean Holder. Con il suo aiuto Sky ricorderà e scoprirà dei terribili e scioccanti segreti di famiglia e affronterà proprio quelle emozioni che aveva voluto dimenticare perchè la terrorizzavano. Hopeless era la storia di Sky. Adesso, in Losing Hope, scopriremo finalmente la vera storia di Dean Holder.
Perseguitato dal pensiero di quella piccola bambina che lui non è riuscito a salvare dal pericolo imminente, la vita di Holder è stata sempre piena di sentimenti negativi come il senso di colpa e il rimorso. Non ha mai smesso di cercarla, convinto che ritrovarla gli avrebbe dato un senso di pace del quale aveva bisogno per poter andare avanti con la sua vita. Ma non si sarebbe mai immaginato che avrebbe avuto ancora più paura nel momento in cui si fossero rincontrati.
In Losing Hope Holder rivela come quello che accadde a Sky ebbe delle conseguenze su di lui e su tutta la sua famiglia, e come il desiderio di ritrovarla era per lui un modo per redimersi dalle sue colpe. Ma solo amando Sky lui troverà il modo per curare le sue ferite.

RECENSIONE: come ho detto molte volte, quando leggo un libro ri-raccontato da un punto di vista diverso, temo sempre di rovinare l'idea che mi sono fatta del testo originale, e vi garantisco che mi è successo diverse volte. Perchè per raccontare la stessa storia due volte in due modi diversi bisogna essere davvero bravi, e si, Colleen Hoover non solo è brava, ma direi che è davvero geniale
Losing Hope non è soltanto la storia raccontata in Hopeless vista da un altro punto di vista, ma è davvero il suo completamento, è quello che vive Dean Holder senza Hope prima, e con Sky dopo, è il racconto dei suoi sentimenti, della sua rabbia, del suo dolore di bambino, dei suoi sensi di colpa, della distruzione della sua vita dopo la morte di Les, è il racconto di come è sopravvissuto a tutto ciò diventando l'uomo che è, l'uomo che è in grado di sostenere Sky e riprendere la loro vita in mano voltando pagina e ricominciando a viverla.


Ho amato il primo libro, e se possibile ho amato ancora di più questo, perchè l'analisi che viene fuori di questo personaggio, di quello che prova, dei suoi sentimenti e del suo dolore è sublime. Leggendo si capisce davvero ogni singolo particolare che poteva essere meno chiaro in Hopeless, viene fuori il dolore infinito per la perdita della sorella, e l'assoluta necessità di salvare Hope/Sky per poter salvare se stesso.
La caratterizzazione è perfetta in ogni dettaglio, è davvero difficile dire che un libro è perfetto, ma questo davvero lo è, perchè c'è tutto quello che deve esserci, non è noioso, è ben scritto, nei personaggi c'è amore, passione, una giusta dose di sensualità, c'è complicità, c'è l'idea importantissima di affrontare le cose insieme per poterle superare, per sostenersi l'uno con l'altra attraverso la comprensione, le parole ed il contatto fisico.
L'autrice ha raccontato davvero una storia nella storia, perchè per quasi tutto il libro il punto di vista di Holder aggiunge dettagli su dettagli e non si ripete per niente.
Ho trovato davvero bellissima l'idea del quaderno in cui Dean scrive a Les, mantenendo sempre vivo il suo ricordo, è una sorta di dolce valvola di sfogo, le racconta ogni momento della sua vita come fosse accanto a lui, e la lettera che lei lascia a lui e che leggerà soltanto alla fine mi ha commosso veramente.

In questo romanzo conosciamo anche Daniel, personaggio che io avevo già conosciuto in Finding Cinderella, ma che in realtà compare qui per la prima volta. Daniel è un personaggio eccezionale, è il miglior amico di Holder, è colui che sdrammatizza ogni situazione, che affibbia soprannomi a tutti, è un po' il tiepido raggio di sole nei momenti bui della vita del protagonista.

Lo so, mi sono dilungata, ma raramente mi capita di rimanere così coinvolta non tanto da una storia, ma da un personaggio, l'anima di Dean Holder è davvero eccezionale...direi che nel mio "cuore libresco" è in gara con Cameron Hamilton (Wait for you) per il primo posto !
Un giudizio ?

Spero davvero che venga tradotto in italiano, perchè sono convinta che ne valga davvero la pena.
Alla prossima
Alessandra

2 commenti:

  1. ciao Alessandra :)
    io sto leggendo Le coincidenze dell'amore al momento..sono solo ai primi capitoli, ma sembra carino, nonostante le varie "coincidenze"! Mi fido della Hoover, sono sicura che mi sorprenderà!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono sicura anche io, ha davvero un modo di scrivere che ti incolla alle pagine!

      Elimina