Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

lunedì 21 luglio 2014

"Il bacio del vampiro" di Jennifer Armintrout

Buongiorno amiche, dopo qualche giorno di assenza ecco che torno con la recensione di un libro che ha per protagonista gli essere soprannaturali che preferisco, i vampiri. Era da un po' che non ne leggevo e mi mancavano, così cercando nella mia collezione ho deciso di intraprendere la lettura della serie Blood Ties di Jennifer Armintrout, edita in Italia dalla Harlequin Mondadori, serie Blue Nocturne.

Titolo: Il Bacio del Vampiro (The Blood Ties #1 - The Turning)
Autrice: Jennifer Armintrout
Edizioni: Harlequin Mondadori

TRAMA:  quando la sua vita, di punto in bianco, si trasforma in un incubo, Carrie rischia di scivolare nella follia. Aggredita da un vampiro mentre è a lavoro, si ritrova a dover fare i conti con una realtà che non capisce, con pulsioni che la disgustano e che tuttavia non riesce a dominare. Poi il caso mette sulla sua strada Nathan, affascinante, sexy e vampiro. Che la guida alla scoperta di un universo sconosciuto e terrificante, dove ogni sensazione è esaltata alla massima potenza.

RECENSIONE: eccomi tornata a recensire un libro vampiresco dopo qualche tempo, e devo dire che sono davvero soddisfatta. Si perchè Il bacio del vampiro mi è proprio piaciuto, mi sono piaciuti i personaggi, sia quelli buoni, che quelli cattivi, che i secondari, e anche la trama. Una storia che non è mai scontata, che cambia direzione improvvisamente liberandosi dai cliché tipici dei libri di vampiri (a parte il fatto che sia il buono che il cattivo sono belli e affascinanti), e che pertanto non annoia, si arriva alla fine senza problemi. La caratterizzazione dei personaggi mi è piaciuta, perchè anche loro non sono scontati: Carrie, una dottoressa che si trova a fare i conti con un mondo del quale è disgustata, da un modus vivendi che non capisce e che non condivide, ma che con carattere e determinazione tipici delle donne con la D maiuscola, non vuole lasciarsi trascinare in niente che non condivida davvero, scenderà a patti soltanto perchè deve, soltanto per salvare la vita di Nathan, e sarà bravissima a gestire il gioco delle parti. Nathan, il "vampiro buono" che nasconde un segreto terribile, e che cerca di non affezionarsi troppo a Carrie, dimostrerà di saper fare delle scelte anche importanti, Cyrus, il "vampiro cattivo", condannato a una vita di solitudine, che si lascerà trasportare e tradire dai sentimenti che prova per Carrie, dimostrando di avere anche lui un lato debole. Insomma, tutti personaggi imperfetti, ben caratterizzati, che ti portano dentro la storia.
Ho apprezzato anche il fatto che la storia sia stata scritta e tradotta con un linguaggio "pulito", cosa ultimamente piuttosto difficile, visto che si tende ad andare sempre sopra le righe.
Insomma una storia che mi ha appassionato, e che consiglio vivamente a chi ama i vampiri.
Il mio giudizio

Alla prossima
Alessandra


Nessun commento:

Posta un commento