Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

lunedì 14 luglio 2014

"Una ragione per vivere" di Rebecca Donovan

Eccomi arrivata all'ultimo capitolo di questa serie, che alla fine io ho trovato particolarmente adatta ad un pubblico lettore adolescente...ma vediamo cosa succede ai nostri protagonisti 

Titolo: Una ragione per vivere (Breath #3 - Out of Breath)
Autrice: Rebecca Donovan
Edizioni: Newton Compton Editori

TRAMA: Emma Thomas ha scelto di fuggire. È scappata via da Weslyn lasciandosi alle spalle gli incubi del passato. Ha chiuso a chiave il suo cuore e ha deciso che non permetterà a nessuno di raggiungerla, di riempire il vuoto che sente dentro. Ora è all’università in California, ha stretto nuove amicizie e ha un nuovo ragazzo. Con Evan, il suo grande amore di una volta, è tutto finito: Emma sa che gli ha fatto troppo male e che è troppo tardi per tornare indietro. Ma Evan non ha dimenticato la ragazza che gli ha spezzato il cuore. La sta ancora aspettando, e quando arriva l’estate nulla potrà più opporsi al loro destino… 

RECENSIONE: eccoci all'ultimo capitolo della serie Il mio segreto Universo, ed eccoci finalmente a un capitolo che mi ha un po' emozionato. Si perchè, come ho detto nelle recensioni dei precedenti libri della serie, questa è una storia che non mi è entrata dentro, non mi ha emozionato come mi sarei aspettata. Ma da brava lettrice non ho mollato e sono arrivata fino alla fine. Devo dire che questo libro è sicuramente il migliore dei tre: intanto l'alternanza dei punti di vista di Emma e Evan rende la storia più coinvolgente, entriamo nel dolore di un ragazzo che si sente tagliato ingiustificatamente fuor dalla vita della ragazza che ama, e che nonostante tutto è deciso ad avvicinarsi di nuovo a lei, anche a costo di farsi male.
Emma continua ad essere un personaggio che non mi piace per niente, è superficiale, e prende decisioni sbagliate in continuazione, e più sa che sta sbagliando e più lo fa...a volte ha un comportamento da martire, certo la sua vita è una catasta di tragedie, ma non cerca mai di reagire come dovrebbe, si lascia trasportare dalla corrente...insomma, uno dei personaggi femminili che meno mi è piaciuto in tutta la storia delle mie letture. Nonostante questo particolare, il libro è sicuramente più movimentato, più coinvolgente degli altri, soprattutto dopo il ritorno sulla scena di Evan...a dimostrazione che è lui la parte più interessante del libro...rappresenta davvero l'unica salvezza per Emma, la sua ragione per vivere, e soprattutto la prova che la sincerità e il perdono verso gli altri, ma anche verso se stessi è l'unica via per affrontare e migliorare la propria vita.
Non male in questo capitolo anche le parti prettamente romance, vissute dal punto di vista di Evan...la sua dolcezza è palpabile in ogni momento che passa con Emma.
Quindi a questo punto non mi resta che dare un giudizio a questo libro 

Complessivamente una trilogia che consiglio ad un pubblico giovane che non si aspetta caratterizzazioni profonde e una lettura troppo impegnata
Alla prossima
Alessandra

Nessun commento:

Posta un commento