Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

venerdì 22 agosto 2014

"Autumn Rose" di Abigail Gibbs

Ciao a tutte amiche, prima di andare qualche giorno in vacanza vorrei parlarvi del terzo libro della serie Dark Heroine, a dire il vero è soltanto il secondo libro, perchè A cena con il vampiro e Io amo un vampiro originariamente erano un libro soltanto. Eccomi quindi qui a presentarvi Autumn Rose di Abigail Gibbs.

Titolo: Autumn Rose (The Dark Heroine #2)
Autrice: Abigail Gibbs
Edizioni: Fabbri Editore

TRAMA: Autumn Rose ha quasi sedici anni e una vita sociale non proprio brillante. A scuola viene isolata e derisa dai compagni per la sua diversità: le strane cicatrici che ha sul viso e sul corpo sono il segno della sua appartenenza al popolo dei Sage, creature dotate di grandi poteri magici che vivono tra gli umani nella prima dimensione. Come se non bastasse, è sata nominata guardiana e il suo compito è proteggere gli umani dagli attacchi degli Extermino, una fazione di Sage ribelli e malvagi.
Quando a scuola compare all'improvviso un altro Sage - e non uno qualunque, ma Fallon, l'erede al trono di Athenea -, nella vita di Autumn sembra aggiungersi l'ennesimo ostacolo. Il principe si rivelerà invece un prezioso alleato...e forse qualcosa di più.
Intanto dalla seconda dimensione arrivano notizie allarmanti: una ragazza, Violet Lee, è stata rapita dal principe dei vampiri, Kaspar Varn, un gesto che potrebbe scatenare una guerra tra umani e creature, e che avrebbe ripercussioni su tutte le dimensioni.
Potrebbe essere Violet la ragazza misteriosa che Autumn vede continuamente in sogno ? E' lei la chiave per salvare il mondo dal caos ? E se l'antica Profezia delle Eroine stesse davvero per compiersi ?

RECENSIONE: allora, se avete letto i primi due capitoli della storia e vi sono piaciuti, allora credo che questo vi potrebbe piacere ancora di più. Infatti in A cena col vampiro e Io amo un vampiro abbiamo seguito soprattutto le vicende di Kaspar e Violet Lee, in questo libro invece l'attenzione si sposta su due personaggi che abbiamo incontrato nel secondo volume, Autumn Rose e Fallon.
La trama diventa decisamente corposa, anche se a momenti è un po' complicata. In questo libro comprendiamo meglio le nove dimensioni, coloro che le abitano, e gli intrighi che rischiano di mettere in pericolo il precario equilibrio che c'è tra gli umani e le creature.
Trovo che l'autrice sia maturata moltissimo, sia nel modo di scrivere, che nella trama, che è davvero più complessa, e che personalmente mi ha appassionato, è un libro dove troviamo tantissima magia, personaggi estremamente buoni e anche estramamente malvagi, ambientazioni da favola o anche terrificanti, e la Gibbs, considerando la giovane età, ha gestito tutto con notevole bravura.
La storia si svolge parallelamente a quella dei due libri precedenti, in qualche modo la completa, soltanto alla fine ci ritroveremo di nuovo a tu per tu con Kaspar e Violet, vedremo le cose da un altro punto di vista, e avremo nuovi indizi sulla complessa Profezia delle Nove Eroine.
I personaggi sono ben caratterizzati, forse Autumn in qualche momento poteva essere rappresentata in modo più brillante, ma credo che sia proprio la sua caratteristica malinconia che fa sì che il lettore si affezioni a lei. Credo altresì che le lettrici non potranno non apprezzare Fallon soprattutto per il suo modo di occuparsi di Autumn, per come la capisce, per il suo sarcasmo che in certi momenti mi ha davvero fatto sorridere...e per quel delizioso regalo di compleanno...
Consiglio questo libro in modo particolare a chi ha letto il resto della serie, ma direi che può essere letto anche da solo, anche se i richiami alla storia di Kaspar e Violet sono continui.

Immagino che la serie continuerà visto che le eroine sono nove e noi al momento ne abbiamo conosciute soltanto due, vedremo se la Gibbs continuerà a rendere questa storia sempre più appassionante.
Alla prossima
Alessandra

Nessun commento:

Posta un commento