Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

martedì 2 settembre 2014

"Divergent" di Veronica Roth

Ciao amiche, questa volta ho voluto cambiare completamente genere e provare qualcosa che fino a questo momento non mi ha mai entusiasmato. Ma come al solito, consigliata dalla piccola lettrice di casa, ho voluto mettermi alla prova con Divergent di Veronica Roth

Divergent (Divergent, #1) 
Titolo: Divergent (Divergent #1)
Autrice: Veronica Roth
Edizioni: De Agostini

TRAMA: la società distopica in cui vive Beatrice e Prior è suddivisa in cinque fazioni, ognuna delle quali è consacrata a una virtù: sincerità. altruismo, coraggio, concordia e sapienza. Il momento cruciale nella vita dei cittadini è il Giorno della scelta, che cade allo scoccare del sedicesimo compleanno: ogni giovane sceglie a quale fazione votare il proprio futuro. Ora tocca a Beatrice, e la sua scelta non solo sorprenderà tutti, ma segnerà per sempre il suo destino, catapultandola in un mondo duro e violento e facendole scoprire le crepe di una società che è tutto tranne che perfetta. Una società che la vorrebbe morta se scoprisse il suo segreto. Perchè Beatrice non è una ragazza qualunque, lei è una divergent. Una diversa.

RECENSIONE: come ho detto all'inizio e in più occasioni, i romanzi distopici non mi piacciono gran che, ma visto che questa trilogia gira per casa da settimana per bocca di mia figlia e dei suoi amici, ho deciso che dovevo leggerla. Ok, mi è piaciuto.
L'autrice è stata bravissima a creare questo mondo parallelo e assurdo, e l'idea delle fazioni mi è piaciuta.Si legge senza annoiarsi, in alcuni punti si rimane davvero con il fiato sospeso.
Beatrice mi è piaciuta, è una ragazza piena di carattere ed è molto molto intelligente, Quattro è il solito book boyfriend che fa sospirare, ma al di là di questo mi è sembrato un personaggio ben caratterizzato.
La parte "romantica" è ovviamente la meno interessante e la più scontata in questo genere di libro, nonostante questo l'autrice l'ha resa interessante data la totale inesperienza di entrambi i personaggi. 
Lo stile è scorrevole, va avanti davvero senza intoppi, a volte è cruento, ma del resto è una lotta di tutti contro tutti e non può essere quindi diversamente.
Credo che mi avventurerò nella lettura del seguito...insomma, i distopici continuano a non essere il genere che preferisco, ma questo è ben scritto e quindi...perchè no ???

Alla prossima
Alessandra

2 commenti:

  1. Una recensione corta che contiene tutto ^^ brava :P ovviamente sono ancora dell'idea di comprare il libro ^^

    RispondiElimina
  2. io vorrei leggerla tutta...!! Mi attira molto e il distopico è un genere che leggo molto volentieri!!

    RispondiElimina