Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

giovedì 9 ottobre 2014

"Resta per sempre con me" di Monica Murphy

Buongiorno amiche lettrici, oggi vi presento il quarto capitolo della serie "One Week Girlfriend", vi ricordate di Drew e Fable ? Li rincontreremo, ma il libro non parlerà di loro, bensì del fratello Owen

Resta per sempre con me 
Titolo: Resta per sempre con me (One Week Girlfriend - Four Years Lates #4)
Autrice: Monica Murphy
Edizioni: Newton Compton Editori

TRAMA: Owen McGuire, il fratello di Fable, è cresciuto e anche lui adesso è costretto a fare i conti con il caos in cui si trova la sua vita. La carriera calcistica, i voti a scuola, i rapporti con i suoi amici, tutto è entrato in crisi e non si sente in grado di recuperare su nessun fronte, anche se, nonostante questo, l’ultima cosa che desidera è un tutor che gli dia una mano con i compiti. Quando però scopre che a seguirlo sarà la bellissima e timida Chelsea, Owen non potrà fare a meno di rimanerne stregato…


RECENSIONE: ed eccoci al quarto capitolo di questa serie che tutto sommato non era male. Dico tutto sommato perchè come ho già detto per gli altri tre libri, la Murphy ha degli ottimi spunti narrativi, ma talvolta poi si perde e rende la narrazione banale. Resta per sempre con me vede al centro della storia Owen del quale praticamente sappiamo già tutto, e Chelsea, la sua tutor. Entrambi hanno un passato difficile alle spalle e solo insieme troveranno la forza per attraversare al presente e guardare al futuro....insomma, come vedete, niente di nuovo sia per il genere NA, sia rispetto ai libri precedenti. Owen è comunque un bel personaggio, un po' diverso da Drew (e personalmente io preferisco quest'ultimo), non riesce mai del tutto a essere sicuro di sé e si lascia andare alla droga per cercare di dimenticare, o comunque di superare i suoi problemi. Chelsea è condizionata da quello che la madre le ha inculcato per anni, ma cerca di fidarsi di Owen e delle sensazioni che lui le fa provare. Insomma, come romanzo non direi esattamente che è originale, ma che si legge molto bene si, è scorrevole e non annoia, non è volgare, direi che è nella media superiore dei romanzi della Murphy e comunque in linea con quella che è ora la tendenza dei NA.

Alla prossima
Alessandra
  

Nessun commento:

Posta un commento