Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

mercoledì 22 ottobre 2014

"Shadowhunters. Città degli Angeli Caduti" di Cassandra Clare

Ciao amiche, oggi torno a parlarvi della serie Shadowhunters con la recensione del quarto libro della famosa serie scritta da Cassandra Clare, Città degli Angeli Caduti

Shadowhunters. Città degli angeli caduti 
Titolo: Shadowhunters. Città degli Angeli Caduti (The Mortal Instruments. City of Fallen Angels #4)
Autrice: Cassandra Clare
Edizioni: Mondadori

TRAMA: La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una Cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo.
Ma ogni cosa ha un prezzo. C'è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. E come se non bastasse, esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell'altra. Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso.
Amore. Sangue. Tradimento. Vendetta.
La posta in gioco non è mai stata così alta per gli Shadowhunters...


RECENSIONE: eccomi qua, tornata a seguire le avventure (o meglio le disavventure) di Jace e Clary. A dire il vero più che un quarto libro della serie è un po' un nuovo inizio, un secondo ciclo...perchè in queste storie il vissero felici e contenti non è proprio possibile. Il libro è per la maggior parte centrato su Simon, il vampiro Diurno che tutti vogliono per un motivo o per l'altro. Insieme ai personaggi di sempre ne arriveranno di nuovi, alcuni dei quali piuttosto indesiderati direi.
Senza entrare nella trama del libro (anche se forse sono rimasta una delle ultime a non aver già letto questa saga!), cercherò di esprimere la mia opinione nel modo più oggettivo possibile.
Il libro mi è piaciuto, nel complesso c'è una trama intrigante, c'è azione, ci sono delle scene piene di passione, troviamo le citazioni dantesche che tanto mi affascinano...ho trovato il personaggio di Jace perdere un po' di spessore, troppo schivo, troppo sofferente...e nel finale troppo ingenuo a non capire quello che sarebbe successo. Clary al contrario mi è sembrata maturata, un po' più consapevole e determinata, insomma tutti i personaggi hanno subito un cambiamento e questo per la storia è positivo.
L'autrice muove magistralmente i fili delle storie dei Vampiri, Licantropi, Nephilim e mondani a momenti  intrecciandoli e a momenti facendoli correre parallelamente, rendendo la trama avvincente e mai noiosa...ti viene sempre voglia di girare pagina per sapere che cosa succederà.
Detto questo ovviamente non potrò fare a meno di leggere anche i capitoli successivi, perchè nel giro di due pagine tutto è stato rimesso in gioco. Consiglio (io l'ho capito adesso) di leggere il primo libro della serie The Infernal Devices - L'Angelo prima di questo, molti riferimenti apparirebbero molto più chiari. 
Detto questo...beh...libro che ovviamente consiglio vivamente agli amanti del genere, anche solo per il fatto che Cassandra Clare ha un modo di scrivere assolutamente delizioso.
Alla prossima
Alessandra
 

Nessun commento:

Posta un commento