Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

venerdì 22 maggio 2015

"Stone Cold Touch" di Jennifer Armentrouut

Buonasera amiche, arrivati al fine settimana  riesco a mettermi in pari  con le recensioni dei libri che ho letto. Oggi vi voglio parlare del secondo capitolo della serie Dark Elements, che ho letto in lingua originale, Stone Cold Touch, che a breve arriverà in Italia con il titolo Freddo come la pietra

 
Titolo: Stone Cold Touch (Dark Elements #2)
Autrice: Jennifer Armentrout
 

TRAMA: Layla Shaw sta cercando di rimettere insieme i pezzi della sua vita - cosa non facile per una diciassettenne che è quasi sicura che le cose non possano che peggiorare. Il suo miglior amico impossibilmente bello, Zayne, è off-limits per lei che ha il misterioso potere di rubare l'anima con un bacio. Il clan degli Warden che l'ha sempre protetta all'improvviso le nasconde dei pericolosi segreti. E lei riesce a malapena a pensare a Roth, l'impetuoso e attraente principe dei demoni, che la capisce come nessun altro.

Ma talvolta toccare il fondo è soltanto l'inizio. Perchè i poteri di Layla improvvisamente si evolvono, e le viene offerto un po' di ciò che era sempre stato negato. E' allora che, inaspettatamente Roth ritorna, portando notizie che potrebbero cambiare il suo mondo per sempre.
Finalmente sta diventando quello che ha sempre voluto, ma con l'inferno che letteralmente si sta liberando e la conta dei corpi che aumenta, il prezzo potrebbe diventare più alto di quello che Layla è disposta a pagare.

RECENSIONE : se Caldo come il fuoco è stata una lettura coinvolgente, direi che questa lo è di gran lunga di più. Layla subisce un forte cambiamento anche nel suo carattere, si troverà ad affrontare la morte, il dolore, i sensi di colpa, l'amore, un amore duplice, quello proibito per Zayne, e quello rifiutato per Roth.
In questo capitolo la figura di Zayne prende corpo, e anche io leggendo mi sono divisa tra i due personaggi maschili, entrambi bellissimi, uno che personifica il bene, l'altro il male. La mia preferenza, sebbene di pochissimo, va verso Roth, lo trovo più ironico, più misterioso e comunque più protettivo nei confronti di Layla.
Bravissima l'autrice alle prese con una protagonista in piena evoluzione e due galli in un pollaio, ma del resto non mi meraviglio, la Armentrout è bravissima in queste cose, e continua a confermarsi una delle mie autrici preferite.
Quindi attendiamo con trepidazione l'ultimo capitolo della saga, previsto a luglio (in lingua originale, in Italia arriverà più avanti).
Alla prossima

Alessandra

1 commento:

  1. Giuro che ad agosto mi prendo una pausa totale dal blog e leggo tutti gli arretrati e quelli in lingua! Questo l'avevo iniziato ma ho dovuto sospenderlo...

    RispondiElimina