Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

domenica 10 gennaio 2016

"12 giorni a Natale" di Trisha Ashley

Buonasera amiche come va ? Io ho deciso di prendermi questa domenica pomeriggio di totale relax, e vi voglio parlare di un libro a tema Natalizio che ho letto in questi giorni, 12 giorni a Natale di Trisha Ashley

12 giorni a Natale (eNewton Narrativa)
Titolo: 12 giorni a Natale (Twelve Days of Christmas)
Autrice: Trisha Ashley
Edizioni: Newton Compton Editori

TRAMA: Il Natale è sempre un momento triste per Holly Brown, che da poco ha perso l'amore della sua vita, così, quando le chiedono di andare a lavorare in una casa isolata nella brughiera del Lancashire, accetta di buon grado per sopravvivere a quei giorni in cui tutti sono felici. Jude Martland è uno scultore, e non intende festeggiare il Natale dopo che suo fratello è scappato proprio con la sua fidanzata. È deciso a evitare la casa di famiglia, anche se gli sarà impossibile non tornare per l'occasione in cui si riuniscono al completo. Quando Jude si presenta all'improvviso, la vigilia di Natale, è tutt'altro che felice di scoprire che Holly si sta occupando di organizzare il party a cui sperava di sottrarsi. Ma quando, senza preavviso, una tempesta di neve ricopre tutto il villaggio, Holly e Jude si rendono conto che forse i loro desideri stanno per essere esauditi. E che le odiate feste potrebbero trasformarsi in qualcosa di molto interessante...

RECENSIONE: ho scelto di leggere questo libro a occhi chiusi, nel senso che volevo leggere qualcosa di Natalizio e sia il titolo che la copertina promettevano bene. Non conoscevo né la trama né l'autrice, quindi per me è stato un vero salto nel buio.
Devo ammettere che l'autrice è molto molto brava, e la storia che ha intessuto mi è piaciuta abbastanza. La protagonista è simpatica, ha carattere, e soprattutto è una brava cuoca (cosa che non sono io, deve essere per questo che mi è piaciuta!), e Jude non è male. Ma quello che colpisce di più nella storia è sicuramente l'atmosfera che viene fuori piano piano, il fatto che un'intera famiglia (e anche qualche spassoso aggregato) si ritrovi riunita intorno a un tavolo a mangiare in un luogo isolato immerso nella neve...mi ci vedrei decisamente, visto che amo la neve, la montagne e il silenzio tipico di questo ambiente. La storia si svolge molto lentamente, e parallelamente Holly viene anche a conoscenza della commovente storia della nonna e quindi anche del fatto che anche lei è parte di questa grande famiglia che per la prima volta le fa davvero festeggiare il Natale.
Se devo trovare un piccolo lato negativo di questo libro è che ci sono davvero tantissime descrizioni, è ricchissimo di particolari, sembra di essere li con loro, di sentire i profumi che escono dalla cucina, ma a tratti la narrazione procede un po' lentamente.
Un libro che comunque consiglio perché comunque è scritto molto bene.

Alla prossima
Alessandra 

Nessun commento:

Posta un commento