Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

domenica 20 novembre 2016

"E' solo una storia d'amore" di Anna Premoli

Buonasera amiche, questa domenica voglio raccontarvi qualcosa di un libro che ho finito ieri, il nuovo di Anna Premoli, una storia che parla proprio della stesura di un romanzo...anzi due

Titolo: E' solo una storia d'amore
Autrice: Anna Premoli
Edizioni: Newton Compton

TRAMA: Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l’inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l’unico, l’agente letterario e l’editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, “rosa”: un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d’oggi è capace di scrivere una banale storia d’amore… O no?

RECENSIONE: allora amiche, è ormai sicuro che Anna Premoli sia una delle scrittrici italiane romantiche per eccellenza, e anche questa volta non si è certo smentita. Quello che più ho amato di questa storia sono i protagonisti 'maturi', nel senso che hanno un'età che si avvicina alla mia (che per decenza non vi dico...), sono entrambri scrittori alle prese con la stesura di una storia d'amore. Il fatto è che i romanzi rosa non sono fatti per gli uomini in genere, e Aidan Tayler , già vincitore di un premio Pulitzer, ma colto dal famoso 'blocco dello scrittore', dovrà ricominciare la sua carriera proprio da qui, da una storia d'amore.
Laurel è invece un'affermata scrittrice di romanzi rosa, e non dovrebbe avere problemi a cimentarsi in una cosa del genere, ma si troverà a dover dividere i suoi spazi proprio con Aidan. Lo scrittore, attraente e arrogante si troverà praticamente a perseguitare la povera Laurel, e i due si troveranno a gestire finzione e realtà in maniera piuttosto singolare.
La cosa che ho amato in assoluto di più: la falsa sicurezza di Aidan, che in realtà si trasforma ben presto in un atteggiamento impacciato e molto meno spavaldo di quello che ci potevamo immaginare leggendo le prime pagine.
Devo ammettere che nonostante la lettura sia decisamente piacevole, ho trovato che in certi momenti si dilunga un po' troppo nei dialoghi, ho trovato certe battute un po' forzate, ma a parte questo dettaglio, i sorrisi non mancano, è una lettura spassosa, le scenette tra i due personaggi sono quelle tipiche di questa autrice.
Lo stile è frizzante, leggero e il romanzo è ben scritto, quindi direi che è l'ennesima conferma del talento di questa autrice.

Alla prossima
Alessandra

Nessun commento:

Posta un commento