Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

lunedì 21 novembre 2016

"Tutta la pioggia del cielo" di Angela Contini

Buonasera amiche, e buon lunedi. Oggi voglio raccontarvi qualcosa di un libro che ho letto in un giorno e una sera/notte (ebbene si per finirlo sono andata a letto tardissimo), una storia che mi ha rubato un pezzettino di cuore soprattutto per il protagonista maschile...venite a conoscerlo, oggi vi parlo di Tutta la pioggia del cielo di Angela Contini

Titolo: Tutta la pioggia del cielo
Autrice: Anna Contini
Edizioni: Newton Compton Editori

TRAMA: Lui odia le scemenze, è vegano e innamorato della natura. Lei odia le rane, ha paura degli animali e quando si mette in testa una cosa non c’è verso di farle cambiare idea. Victoria è una scrittrice di successo in crisi creativa. Il suo agente, per aiutarla a superare l’impasse, la spedisce da Chicago in una tranquilla fattoria nel Vermont, dove il silenzio è l’unica cosa che non manca. Nath è di una bellezza selvaggia, ma burbero e scostante fino alla maleducazione. Ha deciso di rinunciare a un lavoro prestigioso per dedicarsi alla vecchia fattoria del padre, anche se è sempre più schiacciato dai debiti. Perciò la sorella Susan gli propone di affittare una stanza a una ragazza di città con il blocco dello scrittore che, assicura, non gli darà alcun fastidio. E invece i guai, sotto forma di un viso pieno di lentiggini e inappropriati tacchi alti, stanno per arrivare…

RECENSIONE: premetto che questo è il primo romanzo che leggo di questa autrice, e quindi mi sono avvicinata in modo 'neutrale', senza aspettative, e ora che l'ho finito devo ammettere che sono rimasta piacevolmente colpita. La storia si legge molto bene e personalmente mi ha tenuta incollata alle pagine fino a che non ho finito. I personaggi sono decisamente ben caratterizzati, sono simpatici, si punzecchiano continuamente e fin da subito si percepisce che la coppia è ben assortita. Lei, Victoria Stevenson, una scrittrice che vive a Chicago e che viene spedita dal suo agente in una piccola località nel Vermont per ritrovare l'ispirazione. Lui, Nath, il proprietario di una fattoria piena di debiti, un ragazzo laureato in agraria che ha deciso di tirare avanti con le proprie forze questa attività agricola lasciata dal padre, un gran lavoratore, un po' burbero e perfino maleducato, ma con un cuore grande (basti pensare che è vegano pur essendo un allevatore). E Victoria andrà a vivere in affitto proprio da lui, e così i due si ritroveranno a dividere gli stessi spazi, lei trovandosi a combattere con la sua ipocondria, con le sue manie da igienista, e lui...a sopportare tutto quello che comporta una convivenza forzata.
Due sono le cose che ho davvero amato in questo libro: partendo dalla più banale, ho amato il 'papero da guardia'..ebbene si, un simpatico papero con l'animo di un cane, che ci fa compagnia per tutta la storia.
Parlando più seriamente ho amato tantissimo Nath, un duro dal cuore tenero, un uomo che ha paura di lasciarsi andare ai sentimenti che prova perché non si sente abbastanza per Victoria. Ma sarà proprio Victoria alla fine a insegnargli qualcosa, a fargli capire che forse non sono le cose materiali che rendono felici una persona, bensì i sentimenti genuini.
Credo davvero che Tutta la pioggia del cielo sia una bellissima storia in cui si attraversano anche paesaggi molto belli, oltre al fatto che c'è anche un libro nel libro, ma non voglio spoilerare troppo, basta tenere presente che Victoria è una scrittrice.
Insomma vi consiglio vivamente questa storia, soprattutto ora che si avvicina il Natale, queste sono proprio le storie di cui una lettrice romantica ha bisogno.

Alla prossima
Alessandra


1 commento: