Lo stralcio del mese

LettereInLiberta...recensioni in anteprima, segnalazioni, revisioni di romanzi inediti...contattatemi per collaborare con il mio blog !

sabato 4 novembre 2017

"Il buio ha il suo odore" - "Il buio ha il suo respiro" di Cinzia La Commare

Buonasera amiche, questa sera vi parlerò di una duologia, e ve ne parlerò in una recensione unica perché li ho letti davvero come se fossero un solo libro, sono rimasta talmente stregata dal primo che il secondo l'ho divorato in una sera e nelle prime ore della mattina successiva. Ecco che allora Vi parlo di questa incantevole storia nata dalla penna di Cinzia La Commare


TITOLO: Il buio ha il suo odore - Il buio ha il suo respiro
AUTRICE: Cinzia La Commare


TRAMA:                                        Il buio ha il suo odore
Alisa è una ragazza disillusa dalla vita, impaurita dalle ombre del passato e poco disposta a fidarsi del prossimo. Approdata tra le montagne della Valle d’Aosta, ha deciso di dedicarsi unicamente al suo lavoro dietro al bancone di un bar, evitando categoricamente qualsiasi individuo di sesso maschile. Fatta eccezione per Daniele, l’unica persona capace di distrarla dall'angoscia che da anni l’attanaglia.
Le sue resistenze però sono destinate a subire un duro colpo, quando Andrea Corti, e i suoi indisponenti occhi blu, si materializzano dal nulla dall'altra parte del bancone. Un uomo assolutamente deciso a non voler demordere, e per nulla spaventato dall'apparente corazza impenetrabile che Alisa ha costruito a fatica nel tempo. Andrea farà di tutto per dimostrare ad Alisa che quella freddezza è solo apparenza, che il desiderio che lui sente per lei non è affatto a senso unico, e per farlo, si avvarrà delle più astute strategie di seduzione.
Alisa cederà al fascino indiscusso di Andrea, o il passato che nasconde finirà per mettersi di mezzo ancora una volta?

Una storia di intrecci, inganni e segreti. Un passato burrascoso da celare e quella bruciante passione difficile da tenere a freno.


                                                        Il buio ha il suo respiro
Decidere di andare via non è stato facile per Andrea, ma la situazione con Alisa gli era sfuggita di mano come era già accaduto in precedenza nella sua vita tutt’altro che normale.
Tornato a Milano, nel suo impersonale ufficio ai piani più alti di un grattacielo, cercherà di dimenticare la donna di cui si è innamorato così come avrebbe già dovuto fare. Non avrebbe dovuto innamorarsene!
Ma l’attrazione e i sentimenti che prova per Alisa continuano a dominarlo al punto che pur di non perderla è disposto a rivelarle ogni cosa.
Ancora una volta saranno costretti a dover fare i conti con un passato che torna a frapporsi tra loro e Alisa, logorata dalla rabbia e dalla forte attrazione che continua a spingerla verso Andrea, si ritroverà a dover prendere una decisione, forse la più importante della sua vita.

RECENSIONE: allora care amiche, siamo alle prese con due libri che racchiudono una sola storia narrata da due punti di vista diversi, una storia fondamentalmente triste, una storia che mi ha emozionato tantissimo. I due personaggi vengono messi davvero a nudo dalla penna di questa autrice che ha davvero sviscerato queste due anime tormentate.
Alisa ha vissuto l'inferno, tradita da un amico di infanzia è stata gettata in una vita che non le apparteneva, e adesso con fatica sta cercando di venire fuori dai suoi demoni, dalla sua disillusione, dalla sfiducia che ha negli esseri umani, soprattutto di sesso maschile, dalle sue paure e dai suoi continui attacchi di panico.
Andrea cela un passato se vogliamo per certi aspetti analogo a quello di Alisa, un passato senza amore, dettato solo dal denaro e dalle pulsioni sessuali, che non lo portano certo a essere una persona felice, anzi. Un rapporto estremamente conflittuale con il padre che non apprezza praticamente niente del figlio lo porta a condurre una vita ai limiti dell'accettabile.
Ma le loro vite cambieranno nel momento esatto in cui si incontreranno...ma per arrivare a un cambiamento completo entrambi dovranno mettersi a nudo di fronte all'altro, dovranno raggiungere la consapevolezza che soltanto la verità può aiutarsi a uscire dalla strada senza uscita che entrambi stanno percorrendo.
Ma per ogni passo avanti sembrano farne due indietro, perché conquistare la fiducia di Alisa è una missione davvero difficile, così come per Andrea lasciarsi andare a quei sentimenti che si stanno facendo strada nel suo cuore.
Sono rimasta davvero stregata da entrambi i protagonisti, sia perché credo che storie come quella di Alisa ce ne siano tante, troppe anche nella realtà, e raramente a lieto fine come la sua. Ma soprattutto ho apprezzato davvero l'evoluzione di questi due ragazzi, spesso uno dei difetti che rilevo nei libri è che i personaggi sono 'statici', mentre la vita gli scorre addosso.
Nel loro caso i cambiamenti dalle prime pagine alle ultime sono radicali, e l'autrice racconta ogni momento delle loro storie e dei loro dolori con delicatezza, come se entrasse in punta di piedi nelle loro vite per poi raccontarcele.
Quindi consiglio questa storia (entrambi i libri) a chi vuole leggere qualcosa di doloroso ma che allo stesso evolve in qualcosa di passionale e romantico (non direi tenero perché in effetti né Alisa né Andrea lo sono). Non mancano le scene di sesso (anche piuttosto esplicito), ma si integrano nella narrazione senza sembrare 'di troppo'.

Quindi care amiche vi auguro buon week end con una bella tazza di the fumante e una bella coperta, e il primo di questi due libri...non ve ne pentirete !

Alla prossima
Alessandra



Nessun commento:

Posta un commento