Lo stralcio del mese

LettereInLiberta...recensioni in anteprima, segnalazioni, revisioni di romanzi inediti...contattatemi per collaborare con il mio blog !

venerdì 5 gennaio 2018

"Non si è mai troppo soli" di Maria Marano

Buonasera amiche, come va ? Spero che questo anno sia iniziato in maniera splendida. Anche oggi vi parlerò di un'autrice italiana che ho conosciuto in questa occasione, e che secondo me è davvero molto brava. Oggi vi parlo di Non si è mai troppo soli di Maria Marano



Titolo: Non si è mai troppo soli
Autrice: Maria Marano

TRAMA: Pensavo che la cosa peggiore nella vita fosse restare sola. No, non lo è. Ho scoperto invece che la cosa peggiore nella vita è quella di finire con persone che ti fanno sentire veramente sola.
Sadie vive una vita fatta di paure, rimpianti e sensi di colpa. Non ha la forza di ribellarsi a quell'uomo che la sta distruggendo giorno dopo giorno. Lei non pensa a se stessa, lei vuole solo difendere la sua piccola sorellina. Ma quando ormai tutto sembra perso, qualcuno entra nella sua vita per sconvolgerla del tutto, quel qualcuno ha un viso d'angelo e degli occhi profondi e blu come la notte, quel qualcuno è Hunter.

RECENSIONE: come accennavo si tratta di una storia molto bella, toccante, intensa, che tratta di violenze domestiche, le peggiori. Sadie è una brava ragazza che purtroppo vive in una famiglia complicata, dove il compagno della madre non è certo una persona di cui andar fieri. E lei non può far altro che soccombere al suo volere per proteggere la sorellina ed evitare che anche lei abbia lo stesso destino. Ma a volte la vita ti mette accanto la persona giusta nel momento giusto, ed Harper è proprio questo, il ragazzo che ogni ragazza vorrebbe al suo fianco, dolce e protettivo, mostrerà a Sadie che c'è anche un altro futuro, un'altra vita oltre lo squallore che la circonda.
Una storia intensa e dolcissima, dolorosa, a momenti davvero difficile leggere quello che accade, ma il filo di speranza che trapela dalle pagine fa davvero venir voglia di andare avanti.
Lo stile mi è piaciuto, semplice, diretto, senza tanti giri di parole sia nell'amore che nel dolore.
Una storia che consiglio, perché realistica (purtroppo), e perché comunque l'ho trovata davvero meritevole di un giudizio molto positivo per originalità e stile.

Alla prossima
Alessandra

1 commento: