Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

venerdì 12 settembre 2014

"L'Ampolla Scarlatta" di Monique Scisci

Buonasera amiche, devo dire che dietro ai romanzi delle scrittrici emergenti possono nascondersi sempre delle sorprese, e ben vengano se queste sono tutte positive come questa. Oggi voglio parlarvi di L'Ampolla Scarlatta di Monique Scisci, un romanzo che parla di vampiri, e quindi è particolarmente nelle mie corde.

L'ampolla scarlatta 
Titolo: L'Ampolla Scarlatta
Autrice: Monique Scisci
Edizioni: Ciesse

TRAMA: Aurora ha tutto ciò che desidera, è di animo puro e semplice, la vita le sorride. L'amore è alle porte, ha una famiglia serena e sicura alle spalle. Tutto crolla sotto i suoi piedi, eventi tragici la surclassano e lei soccombe, impossibilitata a reagire, il destino spietato l'attende. Ma il tormento non ha fine, perchè il cambiamento radicale a cui non non può sottrarsi, non è ancora avvenuto. Chi la sta osservando e perchè ? Cos'è l'Ordine, di cui ha sentito bisbigliare alle sue spalle ? Sta succedendo qualcosa al suo corpo. o sono effetti collaterali delle gocce vermiglio dell'Ampolla Scarlatta che il medico le ha prescritto ? Un lupo bianco, creature della notte e segreti di famiglia mai svelati. Ce la farà ad affrontare l'arduo percorso che l'aspetta ?
 
RECENSIONE:  come vi ho anticipato, questa scrittrice è una piacevolissima sorpresa, ha saputo creare un romanzo intrigante, che ti incolla alle pagine, una storia che narra di vampiri, di segreti oscuri, un fantasy italiano decisamente interessante. Come sapete ho letto molti libri sulle creature della notte, e le ho viste in tutte le salse, e sono rimasta colpita che questa a modo suo sia originale, certo, ci sono alcuni cliché, ma il tono è innovativo lo stesso, un esempio, il sogno ricorrente del lupo (tra le altre cose uno degli animali che io amo in modo particolare).
Mi è piaciuta molto la caratterizzazione di Aurora, che la narrazione in prima persona esalta ancora di più, e anche l'entrata in scena di Evan, il co-protagonista. Non lo conosciamo da subito, ma viene introdotto lentamente e rimane sempre circondato da un alone di mistero.
Ho amato anche il fatto che nessuna situazione si risolve velocemente, e anche in questo caso, non veniamo mai a sapere tutto, ci sono indizi che vengono svelati nel corso della narrazione, rendendola così davvero intrigante.
Una stellina in più per il finale, che è inaspettato e lascia a bocca aperta.
Detto questo non mi resta che consigliare questa lettura agli amanti dell'urban fantasy, soprattutto perchè è di casa nostra, e complimentarmi con questa autrice che è davvero sorprendente a mio parere.
Alla prossima
Alessandra

Nessun commento:

Posta un commento