Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

sabato 26 settembre 2015

"Il Principe Vampiro. Magia nera" di Christine Feehan

Ciao amiche, come vedete riesco ad aggiornare un po' di più il mio blog da quando ho il mio nuovo pc. Come va ? E' arrivato l'autunno e le mie letture procedono a gonfie vele, avessi un po' più di tempo leggerei anche di più, ma ci accontentiamo.
Oggi vi parlo di un libro di qualche tempo fa, che fa parte di una serie 'infnita', nel senso che credo siano oltre una ventina di libri, ma ognuno può essere uno stand-alone, nel senso che si parla di una stirpe di Carpaziani, e ogni libro narra la storia di uno di loro. Certo, se si inizia dal primo è come completare un puzzle pezzo per pezzo. Ma bando alle ciance, oggi vi racconto del quarto libro della serie Il Principe Vampiro
 
 
Il principe vampiro: Magia nera 
Titolo: Il Principe Vampiro. Magia nera ( Dark Saga. Dark Magic #4)
Autrice: Christine Feehan
Edizioni: Newton Compton
 
TRAMA: Savannah Dubrinsky è la regina dei sortilegi, una maga famosa in tutto il mondo, capace di incantare chiunque con la sua abilità e il suo fascino magnetico. Giovane, fiera e indipendente, non ha paura di nulla, e nessuno è mai riuscito a domarla. Ma ora Gregori, uno fra i più antichi e potenti carpaziani, è venuto a reclamarla dopo secoli di vuoto e solitudine, e, grazie alla magia nera che lui solo conosce, ha preso a sussurrare alla sua mente che il fato vuole vederli uniti e che lei è nata per salvare la sua anima immortale. E per Savannah sarà difficile resistergli, perché solo lei può illuminare il buio in cui l’oscura anima di Gregori si trova… Un capitolo ancora più dark della saga di Christine Feehan, pieno di disperazione, amore, rituali antichi come il tempo e ineluttabili come il destino.
 
 
RECENSIONE: allora, devo ammettere che ho avuto due fasi leggendo questo libro, completamente diverse. La storia è un po' analoga a quella degli altri libri della serie, nel senso che è la vita dei Carpaziani che cercano e trovano la loro compagna per la vita. In questo caso il libro narra di Gregori, uno tra i più antichi e potenti carpaziani, sull'orlo di diventare un vampiro incapace di provare emozioni di alcun genere.
Savannah, figlia del principe protagonista del primo libro sarà colei che lo salverà, ed è qui che il mio pensiero si è diviso in due. Infatti nella prima parte il carpaziano praticamente la costringe al suo volere, le usa quasi violenza per compiere l'antico rituale che la renderà sua compagna per la vita...e non vi nego che questa parte non mi è proprio piaciuta, ancor meno se la immagino scritta da una donna. Ma l'autrice, in questo senso abilissima, ha saputo riconquistare la mia ammirazione nel momento in cui Savannah da vittima diviene l'unica ragione di vita di Gregori, da qui in poi il libro è uno spasso, a momenti fa sorridere vedere come lei lo mandi totalmente in confusione, e come lui diventi schiavo del suo amore per lei. Scene bollentissime (decisamente vietate ai minori) si alternano a momenti di grande dolcezza...e alla fine posso dire che questo quarto libro è quello che al momento mi è piaciuto di più.
I sentimenti qui sono infatti amplificati e profondi, amore e angoscia, passione e dolore si alternano in modo quasi inaspettato, è un'altalena di sentimenti, di desiderio e ripensamenti, insomma, davvero bellissimo.
Io onestamente consiglio questa serie, perché non è incentrata sul concetto dei vampiri in sé come tante altre serie, ma sposta il centro delle storie sul dramma di una stirpe che per sopravvivere deve continuare a provare dei sentimenti...
Non appena ne avrò l'occasione mi inoltrerò nel prossimo libro, per conoscere le vicissitudini di un personaggio che ho già conosciuto e che credo sarà interessante tanto quanto quelli narrati fino a questo momento, si tratta infatti di Julian Savage, fratello di Aidan (protagonista del terzo libro).
Quindi ora vi saluto e...alla prossima.


Alessandra
 


Nessun commento:

Posta un commento