Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

giovedì 2 febbraio 2017

"Sei l'aria che respiro" di Daniela Volonté

Buongiorno amiche, oggi vi voglio parlare di un libro di Daniela Volonté, autrice della quale non ho mai letto niente. Questa mattina vi racconto qualcosa di Sei l'aria che respiro:

Titolo: Sei l'aria che respiro
Autrice: Daniela Volonté
Edizioni: Newton Compton Editori

TRAMA: Claire Ashford è la ragazza più popolare del liceo di River Lake: bella, bionda, capitano delle cheerleader e fidanzata con il quarterback della squadra di football. Ryan Matthews è uno degli studenti migliori della scuola, ma non ha molti amici e nemmeno ne vuole: ha le idee chiare circa il proprio futuro e non intende legarsi a nessuna ragazza. Quando però Claire e Ryan, loro malgrado, si ritrovano costretti a trascorrere del tempo insieme, scoprono di avere in comune molto più di quel che pensavano e la molla dell’attrazione scatta con tutta la sua potenza. Da questo momento in poi, ogni cosa è destinata a cambiare, perché la vita vera è alle porte…

RECENSIONE: allora amiche, devo dividere questa recensione in due parti, da una parte voglio parlarvi dei personaggi e da una parte della trama.
Si perché per me esiste una distinzione netta, quindi iniziamo dai personaggi. Claire, la reginetta della scuola, a prima impatto ci si aspetterebbe una ragazza solo guscio e niente contenuto, invece non è affatto così, Claire è brillante, intelligente, ha sempre la risposta pronta, è determinata e ha una sensibilità sopra la media. Inizialmente fidanzata con Trevor, il quarterback della squadra di football della scuola, ben presto capirà che lui non è ciò che vuole, e quei brividi che sentiva ogni qualvolta incontrava lo sguardo di Ryan Matthews inizieranno ad avere un senso. Di lei ho davvero amato tantissimo il suo senso di responsabilità, la sua determinazione nell'ottenere quello che desiderava, e nel difendere anche a caro prezzo colui che amava.
Ma passiamo a Ryan, ragazzo ovviamente bellissimo, intelligentissimo, americano dalle origini cinesi che gli conferiscono quegli occhi a mandorla che lo rendono ancora più misterioso.
Ragazzo decisamente affascinante, si ritrova senza volerlo e a una velocità decisamente opinabile direi, invischiato nella storia con Claire (ma di quello che penso ne parlerò nella sezione trama). E' un ragazzo per metà libro determinato, difenderebbe a qualsiasi costo il suo amore per Claire, poi a un certo punto la sua determinazione viene meno...per poi tornare, ma non voglio spoilerare proprio tutto, quindi qui mi fermo. Direi che in linea di massima questi personaggi mi sono piaciuti, soprattutto per come vivono i sentimenti che provano.
Ma veniamo alla trama...ecco...qui ho storto la bocca più di una volta. Intanto certi passaggi li ho trovati decisamente troppo veloci, cioè si passa da zero a cento in una pagina, e questo rende la storia poco verosimile anche se parliamo di due adolescenti. Gli avvenimenti che accadono nel libro sono spesso slegati o poi si perdono in una bolla di sapone (vedi il padre razzista che alla fine non lo è più), credo che certe cose meritassero di essere sviluppate con un po' più di profondità, visto che vengono toccati temi molto importanti quale il suicidio e il razzismo. Invece è tutto molto superficiale. E voglio spendere una parola per l'epilogo, che onestamente ho trovato preso e messo li senza alcun senso e alcuna spiegazione, e per altro sembra andare in una direzione invece va verso un'altra.
Quindi, per riassumere, buoni i personaggi e le premesse, ma non sono stata completamente convinta della trama che secondo me poteva essere più approfondita.
Alla prossima
Alessandra




Nessun commento:

Posta un commento