Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

lunedì 8 maggio 2017

"Tutto il tempo del mondo" di Sara Purpura

Buongiorno amiche, e buon inizio settimana. Questo lunedi voglio parlarvi di un libro che mi ha rubato il cuore, devo dire che ce ne sono stati doversi, ma anche questo non scherza, venite con me a conoscere Des e Anais, nella storia di Sara Purpura Tutto il tempo del mondo

Titolo: Tutto il tempo del mondo (A time for Love Trilogy #1)
Autrice: Sara Purpura
Self publishing

TRAMA: San Diego. California.
Quando Desmond Ward viene dato in affido ai Kerper, non riesce a nascondere la sua rabbia. È l’ennesimo tentativo da parte del sistema di trovargli una casa e sa che presto, memore delle volte precedenti, verrà rimandato al mittente come un pacco non gradito. Tuttavia, abitare con quella famiglia facoltosa potrebbe significare diventare un giocatore professionista di football, ma la sua voglia di riscatto si scontra con l’attrazione per Anais Kerper, colei che con molta probabilità diventerà sua sorella.
Anais lo calma, gli fa sentire di meritare qualcosa, di essere giusto e per la prima volta amato. Des, invece, sembra essere l’unico a capirla veramente. Non importa se le sta vicino mentre riversa l’anima sul fondo di un WC, o mentre finge che la sua vita sia perfetta, dopo essersi tagliata perché non lo è affatto.
Lui la guarda, vedendola davvero, ed è quello a cui Anais si aggrappa per combattere il dolore.
Per loro è proibito volersi, lo sanno entrambi, eppure si cercano, si scontrano per poi capire di essere affini e sentirsi pericolosamente vicini.
Riusciranno due anime sole a guardare oltre se stesse?
Due ragazzi feriti impareranno che non c’è vincolo in grado di impedire a un altro di diventare indelebile.
Non ci sono muri oltre i quali nascondersi, se il cuore suona un battito nuovo. Basta solo ascoltarlo e convincersi di meritarlo.
 


RECENSIONE: (le immagini sono prese dal web)  eccoci qua, con un'altra di quelle storie che ti rubano il cuore, con un'autrice che non conoscevo e che mi ha stregato con il suo stile pulito e scorrevole, e con un libro che mi ha tenuta incollata alle pagine fino alla fine. Anais è una ragazza fragile, succube della sua famiglia, una ragazza che non fa niente di quello che vorrebbe fare per non deludere le aspettative di un padre e di una madre che sono davvero immeritevoli. Desmond è un ragazzo dal passato complicato, con i genitori morti quando era piccolo, passato di affido in affido (uno peggiore dell'altro), un ragazzo che crede di non meritare l'amore di nessuno. Ma quando la sua vita si intreccerà con quella di Anais le cose cambieranno, e le due anime ferite inevitabilmente si attrarranno in manie
ra così forte da fare male. La sofferenza raccontata nelle pagine di questo libro è fortissima, ancora una volta, come in altre storie, viene portata alla ribalta la problematica degli affidi in USA, che spesso sono una vera e propria maledizione per questi ragazzi, che diventano poi 'soggetti difficili' perché non riescono più ad uscire da questo circolo vizioso fino a che non diventano maggiorenni. Anais invece è alle prese con la bulimia e l'autolesionismo, entrambi inflitti a se stessa per colmare il vuoto affettivo che la soffoca. I personaggi sono bel sviluppati, la loro evoluzione, come il loro dolore è ben comprensibile, e in diversi passaggi ci si trova a emozionarsi con i due.
La scena finale è sofferenza allo stato puro, i loro cuori sono talmente spezzati, e da lettrice non ho potuto fare a meno che iniziare subito a leggere il secondo libro per capire dove tanto dolore porterà i due protagonisti.
Quindi amiche, se non lo avete ancora fatto, lasciatevi andare tra le pagine di questa storia che l'autrice ha saputo riempire di amore e dolore, e poi fatemi sapere che cosa ne pensate.

Alla prossima
Alessandra



1 commento: