Lo stralcio del mese

"Words can sometimes have a far greater effect on HEART than a kiss" (Maybe Someday)

sabato 20 agosto 2016

"Il viaggio che mi ha cambiato la vita" di Jen Malone

Buonasera amiche, le mie ferie sono agli sgoccioli, ma prima di rientrare nella routine voglio parlarvi di uno Young Adult uscito lo scorso 7 luglio a cura Harper Collins, una storia perfetta per le vacanze e le lunghe giornate in spiaggia...allora venite con me a conoscere Aubree e Sam.

Titolo: Il Viaggio che mi ha cambiato la vita (Wanderlost)
Autrice: Jen Malone
Edizioni: Harper Collins

TRAMA: La diciassettenne Aubree ha sempre idolatrato la sua avventurosa e perfetta sorella maggiore, anche se è sempre stata più che contenta di seguire le sue peripezie per il mondo dalla confortevole casetta dove vive insieme ai genitori adoranti. Così, quando Elizabeth si mette "un tantino nei guai" per la prima volta in vita sua - per coprire Aubree per giunta - e ha bisogno davvero dell'aiuto dell'impacciata sorellina, Bree ne è lusingata, ma rimane irremovibile. Non potrebbe mai, in nessun modo, riuscire a fare quello che le chiede Elizabeth: impersonare la sorella, uscita fresca fresca dal college, per tutta l'estate, così che possa guadagnarsi la raccomandazione che le serve per aggiudicarsi il lavoro dei sogni. No, no, no! Non accadrà mai. Soprattutto dal momento che il lavoretto estivo di Elizabeth consiste nel fare da guida per un tour in pullman. Un tour in pullman attraverso l'Europa. Un tour in pullman attraverso l'Europa per anziani. Tutto ciò, ovviamente, molto prima di sapere del figlio super-carino (e non anziano) dell'organizzatrice. Bree sarebbe pazza ad accettare. O, no?

RECENSIONE: come ho detto nella presentazione, è una storia perfetta da leggere in spiaggia, una storia dolcissima che procede senza scossoni, facendoci viaggiare nelle città più belle d'Europa insieme a una compagnia di simpatici quanto arzilli vecchietti (che non credono certo di essere tali), una improvvisata guida touristica, Aubree, e Sam, il ragazzo che l'affiancherà nel tour.
Molte sono le cose che ho amato in questo libro, tanto per iniziare Aubree, che impersona chiunque di noi: non è un'eroina, non ha un passato tragico né dolori familiari, è soltanto una ragazza normale, che si trova per la prima volta a dover crescere, a prendere delle decisioni, a imparare con umiltà e semplicità a guidare un tour per l'Europa, proprio lei che dalla sua casetta negli Stati Uniti non si è mai mossa. E in tutto questo si scontrerà anche con il primo amore, un ragazzo dolcissimo, sfrontato e impacciato allo stesso tempo, ironico e divertente che la conquisterà già dalla prima telefonata.
Altra cosa bellissima sono i simpatici vecchietti che riusciranno a consigliare e aiutare Aubree...da ognuno di loro imparerà qualcosa, qualcosa che la aiuterà a diventare più grande.
Ed ho amato tantissimo la descrizione di ogni singola città attraversata dall'allegra combriccola, era come essere lì a passegiare insieme a loro, sulle rive dei fiumi o negli antichi castelli.

Insomma, un grande applauso a questa autrice che mi ha fatto davvero viaggiare insieme a lei in questo bellissimo tour.
Alla prossima
Alessandra

1 commento:

  1. È una delle letture che devo fare! In effetti dalla trama mi sembrava carino :)

    RispondiElimina